Home > Cronaca > Migliaia a ballare senza mascherine, chiusi anche Musica e Villa delle Rose

Migliaia a ballare senza mascherine, chiusi anche Musica e Villa delle Rose

Sono arrivate a tre le discoteche chiuse a ferragosto dalle forze dell’ordine per violazioni delle norme anti-covid. Dopo l’ECU è toccato al Musica di Riccione e alla Villa delle Rose di Misano. Tutti questi locali erano già stati sanzionati in precedenza e di nuovo sono state contestate ai gestori  e violazioni amministrative previste per il mancato rispetto delle attuali norme anti-covid e le conseguenti chiusure provvisorie dei rispettivi locali per 5 giorni. Ma nei guai è finito anche un deejay che stava intrattenendo i visitatori di Birrimini, la festa della birra artigianale italiana in corso in piazzale Fellini. Invece presso il Turquoise di Rimini una cinquantina di ragazzi si era organizzato da solo per ballare con amplificatori e casse ed è stato disperso, ma in questo caso il gestore è riultato estraneo e non ha subito sanzioni.

Durante il controllo del Musica di Riccione è stato accertato che circa 500 clienti erano accalcati nei vari punti dove si serviva da bare, senza alcun distanziamento nè mascherine, e altri 200 circa ballavano davanti alla consolle del DJ, anche loro senza alcun dispositivo di protezione.

Alla Villa delle Rose di Misano Adriatico si è presentata una situazione, se possibile, ancora più compromessa, dato che le 2000 persone  richiamate dalla presenza di un noto e famoso DJ, oltre a ballare avevano preticamente saturato il locale quasi nella sua totalità, tanto da essere complicato perfino spostarsi.

La sanzione conseguente non poteva che essere quella della chiusura immediata dell’attività: provvedimento non semplice da mettere in atto dato l’alto numero di persone presenti. Il locale dovrà rimanere chiuso anche per i prossimi 5 giorni.

Sempre nella serata di ieri, inoltre,  dei cittadini hanno segnalato l’evento che si svolgeva in Piazzale Fellini dove, all’altezza della fontana del 4 cavalli. Qui alla festa della birra un DJ intratteneva una cinquantina di persone che ballavano senza il distanziamento. Gli agenti hanno provveduto a sospendere l’attività di ballo e multare l’organizzatore dell’evento.

Infine sempre a Rimini al Turquoise circa 200 ragazzi, in tutta autonomia, avevano organizzato una festa da ballo, con tanto di amplificazione e casse. All’arrivo delle pattuglie i ragazzi si disperdevano lasciando sul posto tutto il materiale, che veniva quindi sequestrato. Sono tutt’ora in corso le attività per identificare gli organizzatori.

Ultimi Articoli

Scroll Up