Home > Cultura e Spettacoli > Misano, fuori il nuovo video dei Balto: “L’incertezza per noi ha il sapore di vaniglia”

Misano, fuori il nuovo video dei Balto: “L’incertezza per noi ha il sapore di vaniglia”

Esce oggi il video di “Preghiera della sera”, nuovo singolo della band misanese Balto. I portici di Bologna e gli spaghetti alle vongole sul lungomare; Murakami, i treni regionali: i Balto (Andrea, Alberto, Marco e Manolo) raccontano su sonorità pop rock la normalità che ci circonda, le vite in bilico con il filtro di chi si trova fra i venti e i trent’anni.

La band nasce all’inizio dell’estate del 2017, quando grazie a un contest locale ha l’occasione di aprire il concerto dei Canova in Piazza del Popolo a Cesena. Anche all’epoca c’erano le canzoni, un mare di storie e il bisogno di raccontarle, ma non ancora un nome definitivo del progetto.

«A noi interessava suonare e farci le ossa, oltre al fatto che avevamo ascoltato il primo disco dei Canova e ci era piaciuto tantissimoracconta il frontman Andrea -. Abbiamo vinto il contest e non avevamo ancora un nome definitivo. Qualche settimana prima c’era stata però una data in provincia di Firenze, ci avevano coccolato con tortelli di patate e un buon vino locale prima del concerto. Quel vino aveva simpaticamente un’etichetta che portava il nome Balto. La serata non era andata troppo bene ma ci siamo sentiti amati parecchio. Abbiamo scelto il nome che portava l’etichetta di quel vino, e così, il 9 giugno 2017 abbiamo fatto la prima data, in apertura ai Canova, con il nome Balto».

Questo lo sfondo alle registrazioni del primo EP della band, “È tutto normale”, cinque canzoni focalizzate sull’incertezza quotidiana, che esce a novembre 2017 per Alka Record, seguito da un tour autoprodotto in tutto il centro e Nord Italia.

Ad ottobre 2018 arriva l’incontro dei Balto con Manuele Fusaroli, produttore ferrarese di buona parte dei dischi dell’indierock indipendente. Andrea, cosa ha significato questa nuova fase? «Le sonorità erano chiare, ma questo percorso è stato importante per mettere a fuoco punti di forza e di debolezza su cui lavorare con lui e il giovane produttore ferrarese Michele Guberti, insieme come Massaga Produzioni. L’album intero uscirà il prossimo autunno/inverno e seguiranno i tour di presentazione. Per ora stanno uscendo i singoli accompagnati dai video».

Di cosa parla “Preghiera della sera?” «È una canzone che parla dell’amore felice, quello dei primi tempi. Riflette sull’importanza di vivere a pieno i momenti belli quando si presentano. La frase centrale del brano è infatti “L’incertezza questa notte ha il sapore di vaniglia”. Il video è stato scritto da noi e realizzato dal fotografo Filippo Zaghini: come nella copertina, che rappresenta una luna immersa nella sabbia, le immagini rappresentano cose reali che però non potrebbero mai accadere. Una storia spaziale che ci vede suonare sulla luna».

Questo singolo è stato preceduto dal primo, “Quella tua voglia di restare”, uscito lo scorso maggio per Schiuma Dischi e Pioggia Rossa Dischi. In quel caso cosa avete raccontato? «Lì abbiamo affrontato il rapporto tra padre e figlio in cui quest’ultimo è alle prese con la ricerca della propria strada. Il video uscito durante il lockdown e quindi lo abbiamo girato sia in casa sia utilizzando vecchi filmati, rimanendo fedeli al tema della canzone. Lavorare a distanza ha rappresentato una sfida e ci ha fatto crescere tanto».

Quali sono le tematiche principali dell’album? «Ci sono due canzoni d’amore (una felice e l’altra depressa!), ma ciò che emerge principalmente è l’incertezza del tempo che stiamo vivendo, cioè quello a cavallo tra i 23 i 26 anni, alla fine del nostro percorso universitario e con davanti agli occhi la domanda su cosa fare domani. La nostra riflessione ha comunque un’energia positiva perché nonostante ci si possa organizzare, non dipende tutto da noi, e anche l’emergenza sanitaria ne è stata la prova».

Irene Gulminelli

 

Ecco il video di “Preghiera della sera”:

Scroll Up