Home > Ultima ora politica > Misano, Lista Cecchetto: “Noi lavoriamo uniti ma Guagneli non lo sa perché non c’è”

Misano, Lista Cecchetto: “Noi lavoriamo uniti ma Guagneli non lo sa perché non c’è”

A Misano dopo varie voci riguardanti la Lista Cecchetto, arriva la precisazione firmata “in maniera solidale dai seguenti membri della Lista Cecchetto: Sara Savoretti, Laura Rambelli, Diego Pensalfini, Simone Migani, Paolo Casadei, Massimo Mignani, Marica Maggiotti, Giorgio Magi, Henrich Nobili, Ivano Bonetti, Jessica Casalboni e Francesca Armanni”. Manca quindi un nome pesante, quello del consigliere comunale Luigi Guagneli, il più votato dopo lo stesso Claudio Cecchetto ma ormai in piena rottura con il gruppo consigliare. E infatti non mancano le frecciate verso di lui.

Luigi Guagneli

“Noi – si legge nella dichiarazione comune –  non vogliamo ragionare ancora con gli stereotipi destra e sinistra. La filosofia della Lista Civica di Claudio Cecchetto è ben diversa, ci siamo candidati per governare la città con criteri moderni ed innovativi, e i numerosi misanesi che ci hanno votato lo sanno. Chi vuole portare avanti esclusivamente i propri pensieri o quelli dei propri (presunti) simpatizzanti e non quelli di tutti i 2.490 che hanno scelto la nostra Lista civica “W Misano Viva – Claudio Cecchetto Sindaco” può abbandonare il nostro gruppo. I regolamenti glielo consentono”.

“Internamente alla Lista non c’è nessuna rottura. Ci sono stati gli incontri post elezioni e ci siamo visti per discutere sull’operatività futura. Poco prima del consiglio del 26 settembre abbiamo anche iniziato il lavoro suddividendoci per sottogruppi. Questo purtroppo Guagneli non lo sa perché si è alzato (mentre una delle coordinatrici parlava) dicendo polemicamente che avrebbe tolto il disturbo”.

“Noi vogliamo continuare a rappresentare i nostri 2.490 elettori. Il 26 Maggio stavamo votando il Sindaco e non il Consigliere Comunale preferito. Un gruppo dovrebbe restare coeso per un progetto e un fine comune e condiviso, così come si è presentato nel periodo preelettorale. Giovedì 26 Settembre nessuno è andato in Consiglio Comunale ad alzare solo la mano per votare. La nostra concezione di fare politica è differente, siamo “lista civica”, non condividiamo i meccanismi e i tatticismi dei movimenti politici e ragioniamo in maniera differente, distaccata e concreta”.

“Come ha espresso molto bene il nostro leader, noi non vogliamo schierarci “contro” nessuno. Vogliamo essere propositivi per il bene del nostro territorio, per le persone che ci hanno votato e non, auspicando ad una reale e leale collaborazione che per tutti sarebbe la soluzione migliore. Questo è il ruolo dei consiglieri!”.

“Inoltre, per concludere, due parole a chi ancora critica in modo “sterile” il comportamento del nostro leader. Claudio Cecchetto è un imprenditore, un produttore discografico, un conduttore televisivo, un talent scout e non il solito politicante. Chi si aspetta da lui mosse tipiche dei partiti o movimenti politici non conosce gli ultimi 40 anni di storia della comunicazione e del costume in Italia. Il Sindaco e la maggioranza dovrebbero considerarlo un privilegio e un’opportunità avere tra i banchi del Consiglio Comunale una persona popolare come Cecchetto. La maggioranza potrebbe provare ad intentare una “collaborazione” con il fine di portare a Misano un valore aggiunto di cui tutti forse abbiamo bisogno”.

Ultimi Articoli

Scroll Up