Home > Ultima ora cronaca > Misano, picchiato e rapinato all’uscita della discoteca ma l’aggressore non la fa franca

Misano, picchiato e rapinato all’uscita della discoteca ma l’aggressore non la fa franca

Picchiato e rapinato mentre aspettava un taxi all’uscita da una discoteca di Misano. La disavventura è capitata a un turista piemontese verso l’alba di ieri, 3 marzo. Il turista era in compagnia di alcuni amici quando è stato avvicinato da un giovane, apparentemente anche lui interessato alla ricerca di un taxi. Invece, approfittando di una distrazione, il malvivente si è impadronito del portafogli e ha anche colpito la vittima con pugni in faccia, tanto che è ppi dovuta ricorrere alle cure del pronto soccorso dell’ospedale di Riccione.

Ma l’aggressore non ha fatto molta strada. Nei pressi c’era una pattuglia di Carabinieri che hanno acciuffato il rapinatore in una va dei dintorni prima che potesse darsela a gambe. Riconosciuto dalla vittima, è finito così in manette B.A., di 19 anni.

Questa  è stata solo una delle azioni svolte dai Carabinieri della Compagnia di Riccione fra sabato e la mattinata di oggi, che hanno portato all’arresto di tre persone mentre due sono state indagate

Nella mattinata di ieri 3 marzo a Misano Adriatico i militari della locale Stazione Carabinieri hanno arrestato per il reato di evasione una donna, S.A., 42 enne residente in riviera. L’indagata – già sottoposta a gli arresti domiciliari per reati contro il patrimonio – gli ultimi giorni di gennaio si era allontanata arbitrariamente da casa facendo perdere le proprie tracce. I militari dell’Arma l’hanno rintracciata durante un controllo nei dintorni; ora è finita nel carcere di Forlì.

Inoltre nel corso della notte a Riccione, i militari del NOR – Sezione Operativa hanno arrestato P.G., 28 enne residente a Rimini,  impiegato. I Carabinieri lo avevano osservato e pedinato, fino a bloccarlo mentre era in possesso di oltre un etto di  hashish e quasi 15  grammi di marijuana, oltre a vari oggetti per il confezionamento dello stupefacente. La sostanza e materiali sono stati posti in sequestro mentre l’arrestato è trattenuto finito in camera di sicurezza fino al processo per direttissima di oggi al tribunale di Rimini.

I Carabinieri di Misano hanno poi deferito in stato di libertà due persone.  S.F.P. 50 enne residente in riviera, per il reato Porto di armi ed oggetti atti ad offendere, poiché i Carabinieri di Misano gli hanno trovato addosso un coltello da cucina da 19 centimetri. Invece A.M., 45 enne residente in riviera, è stato ritenuto responsabile di “Falsità materiale commessa da privato”: a un controllo stradale ha fornito una patente contraffatta.

Infine, sono segnalati alla competente Autorità Amministrativa tre assuntori di sostanze stupefacenti trovati in possesso complessivamente di 5,03 grammi di hashish e 0,4 grammi di cocaina.

In totale sono state elevate sanzioni amministrative per circa 1780 euro.

Scroll Up