Home > Sport > Montagne russe per il Rimini FC, parte il turnover?

Montagne russe per il Rimini FC, parte il turnover?

Appena finita la gara, a caldo, ho scritto che il Rimini somiglia al personaggio di Penelope che di giorno tesseva e di notte disfaceva la sua tela. I biancorossi creano il vantaggio due volte poi si fanno raggiungere in entrambi i casi. E alla fine tocca essere contenti perché, nel secondo tempo, ci sono state le situazioni che potevano addirittura portarci a perdere.

Anche il mister, nelle dichiarazioni post partita, ha riconosciuto la sofferenza del secondo tempo in cui i due mediani, troppo bassi, non riuscivano a tenere la palla lontana dall’area.

Situazione aggravata dall’attacco che non teneva palla, mettendo in apnea i biancorossi per periodi troppo lunghi nell’arco di tutto il secondo tempo, in cui il Rimini ha messo il naso fuori in pochissime occasioni.

A onor del vero, occorre rimarcare che se Volpe avesse messo a segno il terzo centro sul finire del primo tempo il Giana avrebbe faticato molto di più a ricompattarsi mentalmente per cercare una, a quel punto, difficile rimonta.

Il terzo gol però non è arrivato e il bel Rimini, comunque sempre distratto non appena in vantaggio, del primo tempo ha lasciato in vita le velleità dei locali per poi soffrire e rischiare molto nella ripresa.

Credo che, aldilà dell’avversario, un dato di fatto sia ormai appurato: coi ritmi alti e il pressing alto del primo tempo i biancorossi fanno male a tutti. Ma non potendo tenere quel ritmo per tutta la gara, occorre pensare, lo sta facendo anche il mister, a dei correttivi tattici che consentano di gestire il risultato in maniera più efficace.

Un passaggio alla difesa a quattro o un centrocampo più fitto o entrambe le cose; probabilmente questo vedremo fare al Rimini nel corso delle prossime gare.
Se così non dovesse essere, prepariamoci a divertirci sì, ma anche a soffrire un po’. Perché cercando sempre il risultato a testa bassa o “ammazzi” le gare in tempo utile o subirai sempre qualcosa nell’ arco dei novanta minuti.

Andiamo incontro a due settimane in cui si disputeranno cinque gare in quattordici giorni.

Si parte sabato prossimo alle 16 e 30 al Romeo Neri col Teramo per poi andare in trasferta mercoledì 17 sul campo della Feralpi Salò.
Ancora in trasferta domenica 21 e mercoledì 24,sul campo dell’Imolese prima e della Ternana poi.
Il tour de force termina domenica 28 al Romeo Neri con il Sudtirol.

Un susseguirsi di gare con avversari di tutte le levature, che toglierà ogni ombra di dubbio sul reale valore del Rimini e sul potenziale di questa squadra in questo campionato.
Dovendo giocare tanto in tempi ristretti, mi domando se ci sarà modo di vedere in campo alcuni giocatori arrivati la scorsa estate con la nomea di giocatori importanti.

Parlo di Damso e Badije per cui si pensava di vedere un utilizzo importante. Ma parlo anche di Viti, che lo scorso anno aveva ben figurato, senza contare Buscè e Serafini che ancora non hanno minutaggio.

Per il resto un applauso: timido in modo che non si monti subito la testa, a bomber Volpe che a Gorgonzola ha mostrato, a mio avviso, di essere veramente un signor giocatore.
Bravo sottoporta ma anche capace di farsi valere a tutto campo.

Buon lavoro al Rimini e a mister Righetti che dovrà far fruttare questa settimana di lavoro in vista delle cinque gare ravvicinate in arrivo.

Sabato bisogna battere il Teramo in modo da poter affrontare le gare successive col conforto della classifica che da sempre morale e stimoli in più.
Col Teramo sarà una sfida,per i più attempati come me, dal sapore antico e molto sentita.

Intanto la società fa sapere che è attiva la prevendita proprio per questa  Rimini-Teramo, in programma sabato 13 ottobre allo stadio “Romeo Neri” con fischio d’inizio alle ore 16.30.

Questi i punti vendita del circuito GO2 attivi in provincia di Rimini:
Tabaccheria Pruccoli, viale Vespucci 69 – Rimini (0541.27656)
Santarcangelo Eventi, via Pascoli 22 – Santarcangelo (0541.623818)
I tagliandi del settore ospiti potranno essere acquistati, al costo di € 10 + diritti di prevendita (under 14 omaggio) alla biglietteria dello stadio “Bonolis” di Teramo.
Questo il costo dei singoli tagliandi che in prevendita, anche al botteghino del “Romeo Neri” sino a un’ora dall’inizio della gara, saranno maggiorati della quota relativa ai diritti:

Centralissima: € 25 (prezzo unico)
Centrale: € 22, ridotto* € 16
Laterale: € 14, ridotto* € 10
Distinti: € 14, ridotto* € 10
Curva Est: € 10 (prezzo unico)

*Riduzioni per over 65, invalidi e under 18.
Ragazzi under 14 € 1 (solo Laterale, Distinti e Curva, ridotto per Centralissima e Centrale).
Ragazzi under 4 ingresso libero senza biglietto (tranne Centralissima e Centrale).
Invalidi al 100% e accompagnatore omaggio (con richiesta accredito entro 2 giorni prima della partita).
Per gli abbonati Rimini Baseball e Uisp ridotto in tutti i settori tranne la Centralissima.
Si rammenta che per l’emissione dei biglietti è necessario presentarsi con un documento di identità (sia adulti che bambini), senza di questo non sarà possibile emettere alcun tagliando.
Si consiglia di acquistare il biglietto in prevendita al fine di evitare file ai botteghini.
Il giorno del match la biglietteria del “Romeo Neri” sarà aperta dalle 10 alle 12 e dalle 15 alle 16.45.

E Forza Rimini!

Emanuele Pironi

Scroll Up