Home > Eventi Cultura e Spettacoli > Montegridolfo: domani conferenza sul restauro dell’affresco di San Rocco

Montegridolfo: domani conferenza sul restauro dell’affresco di San Rocco

Sotto il motto “Patrimonio Culturale: TUTTI inclusi!”, in occasione delle Giornate Europee del Patrimonio -evento istituito nel 1991 dal Consiglio d’Europa e dalla Comunità Europea per celebrare la ricchezza del patrimonio culturale dell’interno continente- il Comune di Montegridolfo dedica una conferenza al restauro dell’affresco di San Rocco (del XV secolo). L’appuntamento è per sabato 25 settembre alle 15 nella chiesa di San Rocco. Sarà presente la dottoressa Bianca Trombi, che il 16 giugno scorso ha conseguito la laurea in Conservazione e Restauro dei Beni Culturali all’Università di Bologna con il voto di 110/110 e lode e una trattazione dal titolo “Dalla Chiesa di San Rocco di Montegridolfo ai laboratori: Trasporto e restauro dell’affresco distaccato «Madonna in trono col Bambino tra i santi Rocco e Sebastiano». Storia delle vicende conservative e il tema della movimentazione delle opere d’arte”. 

Quella del restauro dell’affresco quattrocentesco della chiesa di San Rocco è senza dubbio una delle operazioni culturali più importanti portate avanti in provincia di Rimini negli ultimi anni. Attraverso un’operazione che ha coinvolto l’Alma Mater Studiorum – Università degli Studi di Bologna e il Gruppo SGR Rimini, l’Amministrazione Comunale di Montegridolfo, su impulso del sindaco Lorenzo Grilli e del vice sindaco e assessore alla Cultura Marco Musmeci, è riuscita a restaurare l’affresco del XV secolo raffigurante San Rocco, San Sebastiano e la Madonna con Gesù Bambino. Con l’iniziativa in programma nella giornata di sabato, verrà illustrato il percorso di studio e restauro che grazie all’insegnamento del prof. Michele Pagani e dei docenti dell’ateneo felsineo, ha permesso alla dott.ssa Trombi, di conseguire il prestigioso titolo accedemico specialistico in materiali lapidei e superfici decorate dell’architettura. Nell’occasione verranno presentate le scoperte che hanno permesso di conoscere meglio l’opera pittorica, una delle più antiche di Montegridolfo e della Valconca. 

Un percorso, quello che ha portato al restauro dell’opera, cominciato ormai quasi tre anni fa. Come primo passo, il vice sindaco Musmeci ha sensibilizzato sull’obiettivo l’Alma Mater Studiorum – Università degli Studi di Bologna, il Gruppo Società Gas Rimini e l’allora Ministero per i Beni e le Attività Culturali e il Turismo. Risalgono infatti al luglio 2019 i primi contatti con i docenti Michele Pagani e Mariangela Vandini del Dipartimento di Beni Culturali dell’Università di Bologna, e che sono poi giunti alla stipula di una convenzione per il restauro dell’opera, attraverso la Deliberazione della Giunta Comunale del 28 febbraio 2020. Ma già nei precedenti mesi autunnali gli uffici comunali avevano predisposto la specifica voce nel bilancio dell’ente e in parallelo sempre l’assessore, aveva cercato nell’ambito dell’imprenditoria industriale una possibile compartecipazione tramite sponsorizzazione. Con l’inizio dell’anno il Gruppo SGR – Società Gas Rimini particolarmente attento a questi temi, ha risposto con entusiasmo alla chiamata; ma non solo, con la fattiva collaborazione di tutto il personale comunale (segretario comunale, area tecnica, area amministrativa e area finanziaria), l’intera operazione è stata riconosciuta tra gli interventi ammessi alla procedura di Art Bonus dal Ministero della Cultura, con totale copertura dei costi. Nel pieno delle misure restrittive anti Covid-19 il percorso non si è interrotto, anzi proprio il 24 marzo 2020, la competente Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per le province di Ravenna, Forlì-Cesena e Rimini, ha rilasciato l’autorizzazione al restauro, giungendo a giugno alla discussione della tesi di laurea e nei primi giorni del prossimo mese di ottobre, alla riconsegna del restaurato affresco di San Rocco alla Comunità di Montegridolfo.

Ultimi Articoli

Scroll Up