Home > Politica > Morciano, appena un cittadino su quattro ha voluto Ciotti di nuovo sindaco

Morciano, appena un cittadino su quattro ha voluto Ciotti di nuovo sindaco

E’ stato convocato per oggi alle 18.30 il primo Consiglio Comunale davanti al quale il nuovo Sindaco Ciotti, dovrà prestare giuramento.

Ricordiamo che Ciotti è stato eletto Sindaco poche settimane fa con appena 1431 voti, che se lo si rapporta ai 5.551 aventi diritto. porta alla constatazione che solamente un cittadino su 3,8 ha voluto che Ciotti tornasse alla guida di Morciano.

Con tale risultato, Giorgio Ciotti diventa il Sindaco eletto con il minori numero di voti dal 1995 in poi. Infatti nel ’95 fu eletto primo cittadino Stefano Dradi che di voti né prese 1499; nel 1999 Ciotti fu eletto Sindaco per la prima volta con 1880 voti; nel 2004 riconfermato Ciotti con 2455; nel 2009 fu eletto Battazza con 1706 voti; nel 2014 Battazza fu rieletto con 1712 voti.

Altro dato significativo e che fa riflettere è la differenza di consenso che Ciotti ottiene tra le elezioni del 2004 e quelle appena concluse: un divario di oltre 1000 voti. Forse i Morcianesi non hanno la memoria poi così corta, non si sono dimenticati di come ha governato la città e in che condizioni economiche ha lasciato il Comune.

Il Consiglio Comunale che oggi si riunisce per la prima volta vede pertanto la maggioranza con 8 consiglieri che rappresenta appena 43.08 % dei votanti e la minoranza composta da 2 esponenti della lista Morciano Futura e 2 esponenti del Movimento cinque stelle, che rappresentano congiuntamente il 56.92 % dei votanti Morcianesi.

Chissà se l’apertura di Ciotti alle minoranze è l’ennesimo annuncio o sarà realtà. Al bel vedere poco ci manca.

Abbiamo anche letto ciò che ha scritto l’On Pizzolante :A Morciano, dopo che Ciotti era già in campo, ci hanno detto che doveva ritirarsi perché loro volevano candidare un’assessore di San Clemente a sindaco di Morciano. Fenomeni.”

Avevamo già affrontato il tema in tempi non sospetti. Il 24 aprile abbiamo scritto:”Anche per queste elezioni amministrative, Giorgio Ciotti ha in testa la politica dei due forni. Ha già partecipato, nei giorni scorsi,  ad un paio di incontri con esponenti del Pd. Tiene contatti con l’On Pizzolante e Lino Gobbi, che tentano l’operazione Patto Civico anche a Morciano. Negli incontri, Ciotti, è sempre molto disponibile, ma prende tempo.
Questa volta il centro sinistra pare abbia imparato la lezione e non aspetti le giravolte del “fornaio”.

Caro On. Pizzolante lasci perdere.

Pietro Di Benno

Scroll Up