Home > Ultima ora welfare > Morciano, l’Istituto Gobetti: “Didattica digitale integrata e pacchetto Office gratuito a studenti”

Morciano, l’Istituto Gobetti: “Didattica digitale integrata e pacchetto Office gratuito a studenti”

Didattica a distanza e in presenza in tempi di pandemia. Riceviamo e pubblichiamo il comunicato dell’istituto Gobetti di Morciano.

Durante questi ultimi mesi di chiusura delle scuole superiori disposta dal Ministero della Pubblica Istruzione l’Istituto Superiore “Gobetti-De Gasperi” di Morciano di Romagna è stata l’unica scuola secondaria superiore a garantire didattica in presenza per tutti gli indirizzi presenti nel suo Istituto, ivi compresi i due licei, Linguistico e delle Scienze Umane.

Con la pubblicazione del Dpcm del 24 ottobre e gli ulteriori interventi da parte della Regione era stato stabilito che la percentuale della Dad non potesse essere inferiore al 75%. Tuttavia la maggior parte degli Istituti Superiori della provincia hanno optato per una didattica a distanza del 100%.

Il “Gobetti – De Gasperi”, guidato dalla Dirigente neo immessa in ruolo prof.ssa Simona Flammini, garantisce il servizio in presenza qualora sia necessario l’uso di laboratori. Per mantenere una relazione educativa che realizzi l’effettiva inclusione scolastica degli alunni diversamente abili, con disturbi specifici dell’apprendimento e con bisogni educativi speciali, l’Istituto ha adottato una didattica mista, che garantisce la possibilità di fare lezione in presenza  per una parte degli studenti di ogni classe, in base ad un calendario prefissato.

Inoltre per una migliore qualità della didattica in classe ed a casa l’Istituto munisce gratuitamente docenti e famiglie del pacchetto Office 365, il servizio in abbonamento venduto da Microsoft Corporation.

Il lavoro organizzativo è stato immane, in quanto si è dovuto riorganizzare un orario completo per gli 8 indirizzi presenti in Istituto, privilegiando le ore di  docenza in laboratorio per gli indirizzi tecnici e la massima percentuale di partecipazione (compatibilmente con le norme di sicurezza e nel pieno rispetto dei protocolli previsti per l’emergenza sanitaria in corso) per gli alunni delle le classi liceali, in base a criteri di ordine alfabetico e presenza in classe di alunni con particolari esigenze pedagogiche.

Non occorre sottolineare l’importanza che ha per le famiglie ed i ragazzi il poter prendere parte fisicamente alla vita della classe, benché a turnazione ed in piccoli gruppi: i ragazzi delle classi prime non hanno perso i contatti col nuovo ambiente e con i nuovi compagni; i ragazzi delle classi finali hanno mantenuto costante il contatto coi docenti; le classi intermedie hanno potuto continuare a lavorare con profitto nei laboratori di indirizzo. I Licei attraverso la didattica integrata hanno proseguito proficuamente le lezioni nelle discipline più teoriche senza soffrire troppo dei fortissimi deficit che comporta avere un’intera classe sottoposta a didattica digitale a distanza.

L’Istituto, dopo il passaparola fra studenti e famiglie, ha visto anche incrementare il numero degli alunni che hanno chiesto il passaggio da altra scuola ma, come dichiara la Dirigente, non si sono potute accontentare tutte le domande proprio per non sovraffollare le classi esistenti.

La Dirigente si rende disponibile a rispondere ad eventuali domande di approfondimento da parte dei giornalisti tramite contatto telefonico. Per informazioni ulteriori è possibile contattare la Referente per la Promozione dell’Immagine d’Istituto”.

Scroll Up