Home > Cronaca > Morte sospetta, hotel di Marebello in profilassi antimeningite

Morte sospetta, hotel di Marebello in profilassi antimeningite

Un ragazzo inglese di 19 ani è morto ieri a Lodi mentre era in viaggio di ritorno da un soggiornoa Rimini; fra le cause del decesso c’è anche il sospetto di meningite, per cui chi aveva avuto contatti con lui all’hotel di Marebello dove aveva soggiornato è stato sottoposto a profilassi antibiotica: 5 fanno parte del personale dell’albergo; 9 sono altri ragazzi dello stesso gruppo che si erano trattenuti in riviera per qualche altro giorno; 5 tutor, universitari stranieri che hanno accompagnato il gruppo, ma stabilmente a Rimini da qualche tempo. L’hotel, un tre stelle, era stato aperto appositamente per l’arrivo di questo gruppo per essere subito richiuso alla sua partenza, quindi non ci sono altri ospiti su cui prendere precauzioni.

Il gruppo era composto di 48 universitari fra giocatori di football americano e praticanti di badminton. Il ragazzo ha avuto un malore sul bus che viaggiava da Rimini a Milano; dopo la sosta ad attendere i soccorsi nell’area di servizio di Somaglia, presso Lodi, il ragazzo è stato trasportato d’urgenza al pronto soccorso dell’ospedale Maggiore della città lombarda, dove è giunto quasi in arresto cardiaco.

Per le modalità del malore, non si escludono altre cause, quali l’ictus, ma in attesa di saperne di più in questi casi scattano immediatamente anche i protocolli antimeningococco. Il pullman è stato pertanto bloccato  a Bellinzoa, in Svizzera, dove nel frattempo era giunto, per compiere su tuttui i viaggiatori la profilassi prevista.

Sulla morte del ragazzo indaga ora la Procura della Repubblica di Lodi, che ha disposto l’autopsia.

Scroll Up