Home > LA LETTERA > Murales alle Pascucci: “Inutile incartare una scuola inadeguata”

Murales alle Pascucci: “Inutile incartare una scuola inadeguata”

Gli studenti iscritti agli istituti fino alla prima media sono rientrati a scuola e a Santarcangelo di Romagna il 7 aprile scorso  e i  piccoli delle elementari Pascucci hanno trovato una sorpresa: la grande opera di arte urbana commissionata dal Comune all’artista italiano di fama internazionale Agostino Iacurci. 

Su quest’opera interviene Marco Fiore consigliere della Lega di Santarcangelo.

“Il gusto è soggettivo al pari del senso del bello ma, lo stile architettonico e l’impatto visivo sono alquanto discutibili. Non entro nel merito del costo di questi enormi acquarelli o se sono stati realizzati dai soliti artisti appartenenti al “sistema festival” ma discuto il fatto che Santarcangelo non è un paese del terzo mondo e neppure una periferia malfamata di una grande città ove i murales appaiono ovunque.
Vista in raffronto al centro cittadino ed ai suoi edifici, questi disegni colorati sono in evidente contrasto dato che ricordano espressamente pitture murarie usate in centro e sud America e ben poco hanno a che vedere con le nostre costruzioni e le nostre pitture murali.
Andando nella questione oggettiva il problema delle scuole Pascucci non sta nell’aspetto esteriori bensì nel fatto che la struttura è assolutamente inadeguata e insicura e gli ultimi fondi stanziati dal comune sono assolutamente inadeguati ed irrisori per risolvere il problema, inutile quindi incartare con sgargianti colori qualcosa che internamente è scadente altro non appare come uno stratagemma diversivo.”
Marco Fiori Lega

Ultimi Articoli

Scroll Up