Home > Eventi Cultura e Spettacoli > Museo Boccioni Morciano: “Collaboreremo con Milano”

Museo Boccioni Morciano: “Collaboreremo con Milano”

La Fondazione Boccioni, manifestò a Roma, già nel dicembre 2019, la volontà di apertura al pubblico, a Morciano di Romagna, di un Museo dedicato a Boccioni. Questo sembra abbia stimolato un particolare interesse nei confronti del grande artista Morcianese. La effettiva apertura del Museo TMUB, avvenuta il 19 giugno 2021, ha ancora di più rafforzato l’idea di Boccioni, come uno dei più grandi artisti internazionali del ‘900. Da Morciano a Milano, Boccioni, i suoi colleghi Futuristi ed il Futurismo stesso, sono sempre più valorizzati.

Si ringrazia il Comune di Morciano di Romagna per il Patrocinio ed il contributo economico concesso al Museo TMUB. Si segnala, purtroppo, il disinteresse, a tutt’oggi, della Regione Emilia-Romagna, Assessorato alla Cultura, verso Boccioni e verso il Museo TMUB e di questo tutti ne devono prendere atto.

“IO E UMBERTO BOCCIONI. UNA SCOPERTA SEMPRE NUOVA”

«A Morciano, nella sede del Museo TMUB, sabato 25 settembre, si è tenuta la Conversazione dal titolo: “Io e Umberto Boccioni. Una scoperta sempre nuova”, con Giovanni Innocenti, già Curatore del Patrimonio artistico di Banca di Roma e Unicredit, perito d’arte alla Camera Commercio di Roma – spiega il direttore Giuliano Cardellini, che ha moderato l’incontro -.Innocenti ha parlato della suo rapporto con l’opera di Boccioni. Ha descritto “Rissa in galleria” (1910), la quale rappresenta una rissa tra due donne avvenuta in un bar a Milano. Questa opera è importante poiché segna il passaggio, da parte di Boccioni, da uno stile divisionista, che si percepisce, ad una stile dinamico ed irruento, che mostra le prime tracce di Futurismo. Ho parlato dell’opera “Città che sale” (1910), opera bellissima e molto importante, poiché anche con la criniera fiammeggiante del cavallo rosso in primo piano, con la sua dinamicità, il suo movimento frenetico, che descrive Milano in costruzione, può forse essere considerata la prima opera effettivamente Futurista».

“IL GIOVANE BOCCIONI”

«La Mostra “Il giovane Boccioni” a cura di Virginia Baradel, nella Galleria Bottegantica (Via Alessandro Manzoni n.45), contenenti opere pre-futuriste dell’artista. È stato redatto un bellissimo Catalogo, con testi di Virginia Baradel, Ester Coen, Niccolò D’Agati, Julie Guilmette, Gianluca Poldi. Sono esposti disegni, schizzi, bozze preparatorie, dipinti, datati dal 1903 al 1909 circa – sottolinea Cardellini -.Ricordo che Boccioni iniziò a studiare disegno e pittura a circa venti anni, poiché in precedenza pensava di diventare giornalista. È una mostra bellissima, che ho visitato con grande attenzione, anche per la grande difficoltfub@fondazioneumbertoboccioni.ità di porre insieme tante opere di Boccioni, di cui si deve rendere merito alla Galleria Bottegantica. Una sinfonia di tratti, segni, colori, che ho cercato di rivivere, anche in base al periodo della loro realizzazione. Suggerisco di non perderla. Si concluderà il 4 dicembre 2021».

“MUSEO DEL ‘900”

«Al Museo del ‘900, in Piazza Duomo, ho potuto visionare il nuovo allestimento, contenuto nella prima sala all’ingresso, dedicato a Boccioni e ad altri artisti Futuristi (c’è anche un Picasso stile futurista).Venti opere, sì proprio venti opere, di Boccioni, tra cui le due sculture “Forme uniche della continuità nello spazio” e “Sviluppo di una bottiglia nello spazio”. Sono rimasto estasiato, pur avendo visitato il Museo più volte in precedenza, e sono rimasto per ben due ore in quella sala, mirando e rimirando, la bellezza allo stato puro.“Elasticità”, “Il bevitore” , “Donna al caffè-Compenetrazione di luce e di piani”, “Dinamismo plastico- cavallo +caseggiato”, 3 opere delle serie “Stati d’animo”, “Studio di figura femminile”, sono solo alcuni dei titoli delle opere, non solo da non perdere, ma di andarci il primo possibile e più volte».

“ARCHIPENKO IN ITALY”

«Nella Galleria ML fine art di Matteo Lampertico (Via Montebello n.30), dal 14 settembre è aperta la Mostra “Archipenko in Italy” , con un bellissimo Catalogo curato da Maria Elena Versari. Terminerà il 12 dicembre 2021. In mostra ben undici opere di Archipenko, con opere di Magnelli, Pranpolini, Depero, De Chirico e Carrà. Archipenko (1887-1964), è stato contemporaneo di Umberto Boccioni e si sono conosciuti nel 1912. Questo artista ha pubblicato due suoi dipinti nella rivista Lacerba, nel 1914, dove Boccioni ha scritto più volte. Perché è importante Archipenko per Boccioni? Perché tanti storici dell’arte fanno risalire alla conoscenza delle idee artistiche e tecniche di Archipenko da parte di Boccioni e degli altri artisti, l’ispirazione di questi ultimi, verso forme sia di pittura che di scultura innovative. Si assegna ad Archipenko l’idea originaria della scultu-pittura policroma, che poi avrà infinite ripercussioni, anche contemporanee, e che mi è tanto cara».

Insomma, è stata una “ orgia” travolgente di arte, bellezza, cultura, di Boccioni, di Futurismo, di cui sono veramente estasiato – conclude Cardellini -.Morciano di Romagna e Milano sono in strettissima sinergia, poiché non solamente ho visitato queste mostre bellissime, ma ho anche preso contatti diretti con i responsabili delle Gallerie e del Museo, per cercare di creare delle collaborazioni e forse anche delle iniziative comuni».

Dal 1 ottobre al 31 dicembre sono aperte le adesioni, come Membro, alla Fondazione Boccioni, anno 2022, con un piccolo versamento minimo di € 50,00 al seguente codice IBAN: IT09S 02008 67850 000105802190.

Per ogni dettaglio si prega di visitare il sito web o la pagina Facebook della Fondazione.

Orari di apertura del TMUB (dal 20 giugno), solo su prenotazione :

Giovedì 10.00-12.30

Sabato 10.00-12.30 – 17.00-20.00

Domenica 10.00-12.30 – 17.00-20.00

Serale 19.30 o 20.30 solo su prenotazione.

Biglietti:

intero 7,00€, ridotto 5,00€.

Per ulteriori info e prenotazioni TMUB:

Fondazione Umberto Boccioni

fub@fondazioneumbertoboccioni.itCell. 335/6117015, fub@fondazioneumbertoboccioni.it Via Pascoli 15, Morciano di Romagna (RN) fondazioneboccioni.org

 

Ultimi Articoli

Scroll Up