Home > LA LETTERA > Nadia Urbinati: “Avete pubblicato il mio post senza autorizzazione”

Nadia Urbinati: “Avete pubblicato il mio post senza autorizzazione”

Scrive Nadia Urbinati su Facebook:

Cara Chiamamicitta’ , forse sarebbe opportuno chiedere la mia autorizzazione prima di pubblicare integralmente un post che ho scritto sulla mia pagina di FB. Infine, dovreste evitate titoli furbetti: non ho scritto che la finta duna è patetica, ho scritto che è patetico vedere sotto il solleone fare esercizi ginnici.
In ogni caso c’è libertà di pensiero, e il razzismo di diversi commenti non cambia per nulla la mia opinione: il prato inglese sulle duna finta (sorretta da fondamenta di cemento) è degno di una critica…..Se poi si aggiunge la sistematica innaffiata che si prende andando al mare (poiché il prato inglese a spiaggia vuole tanta acqua) … allora alla critica aggiungo una risata… in fondo siamo in vacanza.

La risposta del direttore Stefano Cicchetti:

Buonasera. Lei ha scritto “il parco del mare a Rimini è patetico”. Il nostro titolo di Chiamamicittà.it è “Il Parco del Mare di Rimini? Patetico”. Nell’articolo non abbiamo fatto commenti. Ci capita poi per la prima volta che un personaggio pubblico scriva un post pubblico e si meravigli quando viene ripreso da un organo di informazione. Quanto ai commenti degli utenti, se desidera segnalarci quelli che lei ritiene offensivi, restiamo a sua disposizione per rimuoverli.

Ancora Nadia Urbinati:

Insisto rispondendo a Stefano Cicchetti che: a) il mio testo non definisce patetico il parco ma l’uso della palestra sotto il sole cocente; b) che Chiamamicitta’ non ha “ripreso” un mio commento, ma ha copiato Verbatim il mio post senza chiedere il mio consenso. Mi aspetto che Chiamamicitta’ pubblichi interamente anche questo post.

 

Scroll Up