Home > Ultima ora sport > Nasce la Marignanese-Cattolica con l’italo-americano Massimo Nicastro

Nasce la Marignanese-Cattolica con l’italo-americano Massimo Nicastro

Del futuro del calcio a Cattolica si è parlato questo pomeriggio in conferenza stampa presso il Palazzo del Turismo. Un respiro internazionale, una importante realtà economica ed un vettore di incoming turistico. Nasce così il progetto sportivo su cui sta investendo l’immobiliarista italo-americano Massimo Nicastro. Dopo la mancata iscrizione del Cattolica S.M. al campionato di serie D, si erano aperte delle prospettive per il trasferimento della prima squadra della Marignanese, neopromossa in D, allo stadio “Giorgio Calbi”. La nuova società, che prenderà il nome di Marignanese-Cattolica, nasce dall’accordo formalizzato tra Nicastro ed il presidente della Marignanese Oscar Cervellieri. Da questo progetto si avvierebbe anche scenari per una promozione negli Stati Uniti della realtà calcistica locale e della stessa città di Cattolica. Nicastro, infatti, è proprietario della squadra del Miami Beach FC.

Il Sindaco della Regina, Mariano Gennari, aprendo la conferenza stampa, ha ripercorso le fasi dell’ultimo mese che hanno portato a questo accordo ed salutato con soddisfazione l’incontro con Nicastro. “Non parliamo esclusivamente di una operazione legata la mondo sportivo. Nicastro ha davvero delle belle idee per la gestione societaria, per i risvolti economici e turistici. Pensiamo ai circa 14 milioni di turisti che approdano in Italia dagli Stati Uniti dei quali pochissimi arrivano in Riviera Romagnola. Cattolica ed il suo comprensorio potrà divenire riferimento per un nuovo flusso di incoming. Vogliamo divenire gli ambasciatori della Valconca”.

Durante la presentazione del nuovo sodalizio, infatti, si è parlato della prospettiva di dare avvio ad un percorso di interscambio con studenti universitari statunitensi e della volontà di un gemellaggio con la città di Miami Beach. In tal senso vi già stato un contatto telefonico tra Gennari ed il Sindaco di Miami Beach, Philip Levine. “Di questi scenari – ha sottolineato il Primo Cittadino della Regina – mi riprometto di parlare ed approfondire i temi con le categorie economiche, con le associazioni di categoria”.

“Un piacere essere qui, lo sport – ha aggiunto il Sindaco di San Giovanni, Daniele Morelli – è una scuola di vita. Abbiamo investito tanto, non solo nel calcio. Importantissimo è l’apporto della città, dei marignanesi. Siamo convinti che sia necessario puntare sui giovani. Un grazie va anche a Oscar Cervellieri per quanto fatto. Dispiace non vedere la Marignanese la domenica, ma è giusto, con due città limitrofe, unire le forze. Sono curioso, allo stesso tempo speranzoso, di vedere il proseguo dell’assetto societario. Mi auguro che si mantenga, con cuore e tenacia, un settore giovanile che sappia formare nuovi atleti e tenga fede allo spirito di squadra”. “Questa stagione andremo allo stadio insieme”, ha aggiunto Gennari rivolgendosi a Morelli.

Oscar Cervellieri, presidente della Marignanese dal 2011, ha sottolineato le esigenze che sarebbero sorte nell’affrontare un campionato di Serie D. “Cattolica e San Giovanni hanno una bella realtà industriale, ma il periodo è delicato e comprendo le difficoltà degli imprenditori locali ad investire nel mondo del calcio. Unendo le forze c’era la possibilità di creare qualcosa di importante. Sarà una formazione che unirà i migliori atleti che lo scorso anno hanno militato nel Cattolica e nella Marignanese”. Per quanto riguarda i settori giovanili, invece, è stato specificato che rimarranno peculiarità dei singoli territori. Intanto sono state già fissate alcune date per la prima squadra: il 10 agosto test atletici allo stadio Calbi ed il 16 il via al ritiro. Cervellieri ha comunque dato appuntamento ad una prossima conferenza in cui verranno svelati nel dettaglio tutti i componenti e lo staff della società.

Un caloroso applauso dei presenti al Palazzo del Turismo ha accolto il collegamento video con Massimo Nicastro che ha voluto presentarsi alla comunità. “Ho conosciuto delle belle realtà locali, piene di passioni. Due città limitrofe – ha detto Nicastro – che di sicuro non hanno bisogno di rivalità. Credo molto nella Romagna e nello spirito dei suoi cittadini. Se ci fossero i romagnoli qui a Miami faremmo il quadruplo del fatturato. Vogliamo alzare l’asticella, l’obiettivo numero uno di una società di calcio è quella di essere motore economico e biglietto da visita di un territorio”. Una prima visita di Nicastro a Cattolica e San Giovanni è attesa per il prossimo mese di settembre.

Chi è Massimo Nicastro: 50 anni, nato a Milano, laureato alla Bocconi e successivamente ha conseguito la specializzazione alla Warthon Business School di Philadelphia. Residente nella città di Miami Beach da oltre 20 anni, svolge il suo lavoro prevalentemente nel campo dell’Immobiliare e direttamente come costruttore. Socio di riferimento di oltre 50 società, inclusa una, proprietaria di 55 hotel negli Stati Uniti e centinaia di appartamenti dedicati all’affitto turistico. Azionista di maggioranza e Presidente del Miami Beach, società di calcio acquistata nel 2018 con un progetto di crescita ambizioso. Già Presidente e azionista di maggioranza nel Como dove al secondo anno ha portato la squadra dalla serie D ai professionisti.

Scroll Up