Home > Congresso PD: il dibattito > Nicola Gabellini. Con Zingaretti per una “economia giusta” ed una nuova Europa

Nicola Gabellini. Con Zingaretti per una “economia giusta” ed una nuova Europa

Nel dibattito in corso nel Partito Democratico in vista dell’elezione del nuovo segretario nazionale interviene oggi Nicola Gabellini assessore del Comune di S. Giovanni in Marignano.

“Ho deciso di appoggiare Zingaretti perché sono convinto che al PD serva una ripartenza. Oggi più che mai è necessario guardare a un profondo rinnovamento del nostro partito per tracciare una nuova strategia politica che porti al ripensamento critico della sinistra e dello stesso Partito Democratico.

A differenza di quanto fatto in passato, occorre mettere al centro dell’agenda politica il dialogo, il confronto, la concertazione e la condivisione. Perché la politica dello scontro a qualunque costo, tanto le mie idee sono migliori delle altre, ha determinato una profonda scollatura tra il pd e il paese. Occorre quindi una riconciliazione vera con la società civile, una ripartenza che possa riconoscere al PD il suo ruolo di partito responsabile, progressista, europeista, aperto al dialogo ma soprattutto attento alle necessità di tutti i cittadini e non solo di una parte della società, quella che tutto sommato ce la fa.

Da troppo tempo la sinistra ha sottovalutato gli squilibri prodotti dalla globalizzazione, da un capitalismo senza regole, dalla crisi economica che ha colpito duramente le classi meno abbienti. Ci siamo allontanati dalla società, non abbiamo colto le storture economiche e sociali, l’aumento delle ingiustizie, la crescita delle domande di protezione e di sicurezza.
Sostenere Zingaretti alle elezioni del 3 marzo, a mio avviso, contribuirà a scrivere una nuova pagina per il partito democratico, un rilancio verso nuovi ideali. Zingaretti ha messo in campo una proposta con al centro parole chiave come quelle dell’uguaglianza, della redistribuzione della ricchezza, dei diritti e dei valori.

Occorre mettersi subito al lavoro per una “economia giusta”: un modello di sviluppo sostenibile dal punto di vista ambientale; occorre dettare un’agenda per l’uguaglianza sociale, una strategia per la piena e buona occupazione, una nuova politica industriale per le imprese, un programma di rilancio del Mezzogiorno, delle aree interne e delle periferie urbane. Occorre promuovere una nuova Europa, una nuova politica e sociale, volgere verso armonizzazione fiscale e l’affermazione di nuovi diritti sociali comuni. E sono convinto che Nicola Zingaretti sia la persona giusta per raggiungere tali obiettivi.
Per raggiungere questi obiettivi e per approdare a una società più giusta serve allora il contributo di tutti, la partecipazione di quelle centinaia di migliaia di cittadini che già in passato hanno indicato la strada, e che oggi sono chiamati nuovamente a dare al PD quella svolta da noi tutti attesa.

Nicola Gabellini

Scroll Up