Home > Cultura e Spettacoli > ‘Niculen Channel’, da San Giovanni in Marignano a Youtube

‘Niculen Channel’, da San Giovanni in Marignano a Youtube

Se Youtube impazza, niente impazza su Youtube quanto tutto ciò che fa ridere. Fosse facile. Ma per qualcuno far divertire gli altri è un bisogno insopprimibile, oltre che una dote innata. E ora che il web consente di raggiungere un pubblico pressoché infinito, tanto meglio.

Per far ridere più gente possibile, molti comici si affidano allo strumento delle parodie.  Uno che si è specializzato nel genere è Nicola Talamelli, ha 33 anni, e viene da San Giovanni in Marignano. Nella vita gestisce un ristorante insieme alla sua famiglia, ma nell’animo si sente giullare. Basta guardarlo per mettersi a ridere e quando inizi non riesci più a smettere.

IMG-20170426-WA0007

Qualche tempo fa, Nicola ha cominciato a realizzare alcune parodie di famose canzoni italiane e straniere. ‘Una vita da mediano’ di Ligabue è diventato ‘Una vita da pompato’. ma anche ‘Bailando’ di Enrique Iglesias si è trasformato in ‘Rubando’, e infine  ‘Sofia’ di Àlvaro Soler è cambiata in ‘Io non so stirar’. Su Youtube ne trovate a decine di queste parodie. Che lo hanno lanciato, tre anni fa, verso i provini di Italia’s got Talent.

IMG-20170426-WA0008

Nicola, quando hai scoperto la tua vena comica?

«Diciamo che sono andato dal dottore, perché avevo una vena un po’ più gonfia delle altre… No, a parte gli scherzi, non so se la mia sia comicità o qualche altra cosa, ma mi è sempre piaciuto scherzare. Le rime mi vengono naturali, ho buttato due cavolate in rete e da lì è nato tutto».

Ti è sempre piaciuto far ridere la gente?

«Assolutamente sì. Per me, far ridere la gente è la cosa più bella che ci sia, mi diverto e l’importante è quello».

IMG-20170426-WA0009

Come è nata l’idea di realizzare parodie di canzoni?

«Ogni volta che sentivo una canzone, soprattutto il ritornello, mi veniva in mente un modo buffo per rifarla. Allora ho cominciato a lavorarci sopra per cambiare, trasformare tutta la canzone. All’inizio le mettevo su Facebook, poi un mio amico ha deciso di aprire un canale su Youtube».

Come si chiama questo canale?

«Si chiama ‘Niculen Channel‘…».

L’accento romagnolo ti ha portato dei vantaggi nelle tue parodie?

«Non lo so proprio. Sono molto stonato e credo sia stato questo ad aggiungerci un tocco ancora più comico».

Sei arrivato fino ai provini di Italia’s got Talent. Cosa ricordi di quell’esperienza?

«E’ stata un’esperienza divertentissima. L’ho fatta così, per gioco. Il mio unico obiettivo era quello di fare una comparsata in tv, non puntavo a qualcosa di più. Il mondo è pieno di gente con un vero talento, quello che faccio io lo considero solo un passatempo».

Con quale parodia ti sei presentato ai provini?

«Ai provini ho portato ‘Ho comprato Sky’, la parodia di ‘Gangnam Style». E ride.

Dove vuoi arrivare con la tua comicità?

«Da nessuna parte. Sarei già molto contento se quello che metto in rete riesca a strappare un sorriso a qualcuno».

Hai già pronte altre parodie?

«Quest’ultimo anno mi sono un po’ fermato, perché ho avuto un calo d’ispirazione. Certe cose, secondo me, sono belle quando vengono naturali. Comunque prometto che tornerò presto con altre patacate».

Nicola Luccarelli

Scroll Up