Home > Ultima ora cronaca > Non rispettano divieto di dimora a Rimini, in due finiscono in carcere

Non rispettano divieto di dimora a Rimini, in due finiscono in carcere

Due perosne senza fissa dimora con conti sposesi con la giustizia sono finiti nella rete dei Carabinieri, impegnati in controlli rafforzati dall’emergenza covid.

Nel pomeriggio del 26 febbraio i Carabinieri della Sezione Radiomobile della Compagnia carabinieri Rimini hanno tratto in arresto un cittadino marocchino, S.A. di 43 anni, senza fissa dimora, con precedenti penali. Lo straniero controllato in pieno centro è risultato colpito da un’ordinanza di aggravamento della misura cautelare emessa dal Tribunale di Rimini, poiché già tratto in arresto recentemente per reato di furto e danneggiamento e sottoposto alla misura cautelare del divieto di dimora a Rimini, in attesa del processo fissato a maggio. Ma l’uomo è rimasto incurante della misura cautelare cui era sottoposto, conseguentemente l’Autorità giudiziaria di Rimini ha aggravato la misura cautelar,  disponendo la sua carcerazione presso il carcere di Forlì.

Un analogo provvedimento era stato notificato nella mattina del 25 febbraio dai Carabinieri della stazione di Rimini Porto ad un altro straniero M.M. di 30 anni, anche lui senza fissa dimora e con precedenti penali, rintracciato dai militari durante un controllo a Marina centro. Lo straniero era stato arrestato a gennaio per spaccio stupefacenti e  in attesa di processo, era stato sottoposto la misura cautelare del divieto di dimora. Avendo violato più volte la prescrizione, anche per lui sono scattati l’arresto e il soggiorno nel carcere di Rimini.

Scroll Up