Home > La puèšia ad Muratori > Nòta ad San Lurènz

Per San Lurènz, nujèlt dó
in biciclèta andém só,
sinènt a San Furtunèd,
per véda e’ zél tót stlèd.

L’è ilé la mi bèla,
che un dé at gét la mi stèla,
e at zur che òz cum alóra,
t brél una masa incóra.

Mo sta séra iqué davènti,
as vidém quèli cadénti,
che per un quèlc azidèint,
al fóz vi’ da e’ firmamèint.

Al rèsta un scról ad stlini,
ch’al luš cumè al candlini,
dl’èrburin ad Nadèl,
un spètècul di pjó bèl.

Mo as maraviém nun dó,
ad quèli ch’al vèin zó,
ch’al lasa dré una sia,
che t’un lèmp la va via.

Lis šmòrta e vi’ ch’al sparès,
fulminèdi te zir d’un šbréss,
e só tla vòlta zèlèsta,
e’gnint l’è quèl ch’ui rèsta.

Mè e té d’iqua zó,
quèli an li vidrém maj pjó,
an gni putém déi n’aiut,
mo ai mandém só i nòst salut.

Pèrò bšägna cuntèli,
una, dä, tré, quatre stèli,
sèinza mètie un scról d tèimp,
che lóri al fóz vi’ t un lèmp.

Ai fém sóra un pénsiér,
e ai dmandèm un piašèr,
tót quèl ch’a pènsém sta séra,
a vrèsme ch’ u s’avèra.

Ivano Aurelio Muratori

NOTTE DI SAN LORENZO

Per San Lorenzo, noi due,/ in bicicletta andiamo su,/ fino a San Furtunato,/ per vedere il cielo tutto stellato.

È li la mia bella,/ che un giorno ti dissi la mia stella,/ e ti giuro che oggi come allora,/ brilli molto ancora.

Ma sta sera qui davanti,/ ci vediamo quelle cadenti,/ che per qualche accidente,/ fuggon via dal firmamento.

Rimangono tante stelline,/ che luccicano come candeline,/ dell’alberino di Natale,/ uno spettacolo dei più belli.

Ma ci meravigliamo noi due,/ di quelle che vengon giù,/ che lasciano dietro una scia,/ che in un lampo va via.

Si spengono e via che spariscono,/ fulminate nel giro di un attimo,/ e su nella volta celeste,/ il niente e quel che resta.

Tu ed io di quaggiù,/ quelle non le vedremo mai più,/ non possiamo dar loro un aiuto,/ ma mandiamo loro i nostri saluti.

Però bisogna contarle,/ una, due, tre, quattro stelle,/ senza metterci tanto tempo,/ che loro fuggono in un lampo.

Ci facciamo sopra un pensiero,/ e chiediamo loro un piacere,/ tutto quello che pensiamo stasera,/ vorremmo che si avveri!

Ultimi Articoli

Scroll Up