Home > Eventi Cultura e Spettacoli > Notte rosa. Pieni gli eventi di sabato sera. Le foto

Notte rosa. Pieni gli eventi di sabato sera. Le foto

La Notte Rosa continua a dare spettacolo. Diodato in concerto in piazzale Fellini, Aka7even e Lorenzo Fragola protagonisti del palco di RDS in piazzale Kennedy, per un sabato sera che ha regalato ancora sorrisi e divertimento in sicurezza.

L’appuntamento di piazzale Fellini inizia alle ore 22 con un concerto gratuito su prenotazione che è già sold-out da diversi giorni, sintomo di quando il cantautore che ha vinto Sanremo 2020 e la sua musica siano amati in tutto il Paese. In una scaletta che è un arcobaleno di emozioni, Antonio Diodato ha cantato dal vivo tutti i brani simbolo della sua ormai decennale carriera, vecchi e nuovi successi tra sound energici e leggeri ed esibizioni più intime ed emozionanti, fino all’interpretazione raffinata di ‘Amore che vieni, amore che vai’ di De Andrè.

“Finalmente al mare, non vedevo l’ora” ha commentato il cantautore dal palco all’ombra del Grand Hotel, dove prima dell’esibizione aveva incontrato il Sindaco Andrea Gnassi che gli ha portato il saluto della città. Un pubblico di giovani e giovanissimi ha riempito i posti assegnati sul nuovo Belvedere di Piazzale Kennedy per l’esibizione di Aka7even, Luca Marzano, il giovanissimo primo artista di “Amici di Maria De Filippi” a posizionarsi alla #1 della Top 50 Italia Spotify e di Lorenzo Fragola, catanese classe 1995 che dopo essere stato protagonista delle estati passate con tantissimi tormentoni è tornato nelle classifiche con “SOLERO” assieme ai The Kolors.

La Pink Week del sorriso ha colorato di rosa tutta la Romagna, dall’entroterra alla costa, facendo emergere la vocazione ospitale e accogliente di questa terra, capace di unire organizzazione, sicurezza e divertimento. A conferma del successo della 16a edizione, il tasso di riempimento degli alberghi, che ha sfiorato il 100% in un periodo sicuramente già di grande affluenza, e gli accessi ai caselli autostradali, che hanno fatto registrare incrementi del +10% rispetto alla buona performance dello stesso weekend del 2020.
Sono stati oltre 160 gli eventi della settimana rosa: musica declinata in tutti i ritmi e generi, dal liscio al folk, dal pop al rock, senza dimenticare la classica e le sperimentazioni; cantastorie e burattini per i bambini; degustazioni, salotti e visite guidate esperienziali per famiglie, cittadini e turisti, attività sportive, showcase e appuntamenti per giovani, anche giovanissimi.
Pubblico distanziato, ordinato e ligio alle indicazioni, davanti ai palchi all’aperto, ai palcoscenici allestiti nelle piazze e nelle arene, con i teli sulle spiagge per i concerti all’alba o nei prati al tramonto. Mantenendo la distanza fisica e regalandosi “finalmente un sorriso”, un attimo di leggerezza dall’alba al tramonto ed in una notte che non è mai stata così rosa.
«Da due anni la Notte Rosa “convive” con un “ospite” indesiderato – sottolinea l’Assessore Regionale al Turismo, Andrea Corsini – ma, come la Romagna ha dimostrato in più di un’occasione, abbiamo saputo reagire e adattare il format senza snaturarlo per garantire alle persone quella leggerezza che da sempre ci caratterizza e che mai come quest’anno era necessaria. Leggerezza sì, ma senza mai abbassare la guardia o sottovalutare il Covid. Questo territorio dispone di palcoscenici di singolare bellezza, dalle Saline di Cervia ai borghi dell’entroterra, dalle spiagge all’alba e al tramonto al Parco delle Foreste Casentinesi, e lavoreremo per dar loro ancora più risalto nelle prossime edizioni, con appuntamenti dedicati al food e alla cultura».
La Romagna è la terra del sorriso: il successo di questa Pink Week 2021 è stato proprio l’aver reso, per una settimana, il mondo un po’ più rosa ed aver regalato “finalmente un sorriso”. Un evento di sistema fra territori che hanno saputo valorizzare le loro peculiarità, un successo che trova riscontro nella soddisfazione dei Sindaci degli oltre 50 Comuni della Romagna, da Cattolica a Ferrara e dell’entroterra, che esprimono il loro plauso:
“Siamo felici di essere stati parte di una grande festa – dichiarano diversi primi cittadini – che ha garantito intrattenimento, leggerezza e allegria anche in questi tempi così complicati. Non è stato facile dal punto di vista logistico assicurare l’intrattenimento e allo stesso tempo garantire l’incolumità delle persone. Ma in questo il pubblico ci è stato di grande aiuto, rispettando orari, obbligo di prenotazione, posti assegnati. La Notte Rosa/Pink Week di quest’anno è stata anche una grande dimostrazione di civiltà ed educazione. Ci piace pensare che dal 26 luglio al 1 agosto tanti Italiani abbiano avuto un’occasione in più… di sorridere, grazie al “Capodanno dell’Estate Italia”.

Ultimi Articoli

Scroll Up