Home > Ultima ora politica > Novafeltria, PD: “Risorse PNRR. Occasione irripetibile. Occorrono idee e organizzazione”

Novafeltria, PD: “Risorse PNRR. Occasione irripetibile. Occorrono idee e organizzazione”

Recovery Plan e PNRR, cui andranno aggiunte le risorse finanziarie per le aree interne e le altre attivabili mediante mutui da contrarre con la Cassa Depositi e Prestiti! Un fiume di risorse pubbliche – scrive ilcomitato Direttivo del PD di Novafeltria – mai contate negli ultimi trenta anni a Novafeltria e in Valmarecchia, sulle quali misurare capacità politica e manageriale degli Enti Locali, Comuni e loro forme associative (Unione). Risorse del PNRR alle quali per avere accesso i Comuni dovranno attrezzarsi partecipando a “Bandi” o “Avvisi pubblici”, (che già tra febbraio e marzo avranno le loro prime scadenze), seguendo la strada del rafforzamento amministrativo; beneficiando, come mai accaduto, delle deroghe ministeriali concesse ai Comuni per il reclutamento di neoassunti a termine e di consulenti, finanziando  assunzioni e incarichi senza passare da complicazioni burocratiche o coperture preventive di spesa!

E’ una grande opportunità per i Comuni, da collegare ad infiniti e possibili finanziamenti sui quali interrogare la popolazione per condividerne priorità di investimento, interventi, scelte progettuali e realizzazioni finali, per: manutenzione straordinaria delle strade comunali, marciapiedi e arredo urbano, scuole, asili nido, mobilità locale, mense, palestre, piscine, rigenerazione urbana, rigenerazione sociale e culturale, parchi, parchi urbani, parchi ambientali lungo fiume, giardini storici, messa in sicurezza degli edifici scolastici favorendone la riduzione dei consumi energetici, recupero dei borghi storici; tanto altro ancora!

Quanto sostenuto – prosegue la nota del PD – con forza e onestà di pensiero, nelle scorse amministrative del Comune di Novafeltria per il rinnovo del Consiglio Comunale e per l’elezione diretta del Sindaco, si sta rivelando “verità”! Nel corso della nostra “campagna elettorale”, come Lista RIN-NOVA avevamo, convintamente, segnalato, che alla lista vincente i cittadini elettori avrebbero passato il loro testimone per il cambiamento epocale e storico di Novafeltria: capoluogo e frazioni. In questo avevamo ragione! Altrettanto, quando ragionando sul Bilancio Comunale si era ipotizzata una capacità di spesa in conto capitale di almeno quattro o cinque milioni di euro per l’indebitamento o MUTUO CASSA DEPOSITI E PRESTITI! Un MARE, per non dire un oceano di risorse pubbliche sulle quali contare che l’odierna maggioranza (speriamo coinvolgendo il gruppo di minoranza RIN-NOVA) potrebbe destinare a investimenti strutturali capaci di cambiare la veste di Novafeltria, creando sviluppo stabile, occupazione, prospettiva di popolamento, valore turistico, ripresa della sua vocazione commerciale, mercantile e d’identità di vallata; nonché, realtà locale e comunale di coinvolgimento sociale, ricreativo, creativo e culturale!  

A tutto ciò – continua la nota – si devono aggiungere le cospicue risorse finanziarie già assegnate all’UNIONE DEI COMUNI VAL MARECCHIA per gli interventi nelle aree interne (in misura elevata e, forse, superiore a tredici milioni di euro); risorse ottenute attraverso la sapiente regia e l’impegno costante dell’ex Presidente dell’Unione Fattori Marcello (Sindaco di Maiolo), al quale è doveroso riconoscere ogni merito in qualità di referente locale nei confronti della Regione Emilia Romagna, soprattutto per la capacità con cui è stato in grado di coordinare la visione progettuale di insieme, rispetto alle aspettative dei tanti “campanili”.

Oltre alle ricordate risorse, serviranno pensiero e soprattutto organizzazione. I progetti, infatti, per divenire realtà, camminano tramite le persone che fisicamente, e non virtualmente, si impegnano a realizzarli. Quindi un pool “progettisti” e un pool “amministrazione”, rispettando, nella composizione dei due gruppi, la buona regola di privilegiarne “professionalità e professionisti che abbiano conoscenza del territorio comunale e della Valmarecchia”. Inoltre, forse per la prima volta, costituire l’Ufficio unico di Vallata, responsabile per direzione lavori e controllo, stazione appaltante, rendiconto e gestione di bandi e avvisi quale risposta “organizzata” alla cosidetta burocrazia per PNRR ed AREE INTERNE!   

Ci rivolgiamo, allora, ai consiglieri della lista “PERCORSO COMUNE” e al Presidente della Provincia Riziero Santi: Non si può perdere questa occasione, memorabile e irripetibile, realizzando infrastrutture sportive “al ribasso”, facendole passare per la soluzione migliore. E’ necessario – conclude la nota del Comitato Direttivo del PD di Novafeltria –puntare alla riqualificazione dell’area campo sportivo “capoluogo” – da contestualizzare quale rigenerazione urbana, sociale e culturale della stessa, peraltro carica di ricordi – convergente su progetti utili al benessere collettivo (giovani, adulti, anziani), nello spirito, certamente ambizioso perché così necessario, della costruzione ex novo del PALAZZETTO DELLO SPORT E DEL NUOTO – “PALASPORT VALMARECCHIA”, complementare all’idea di PARCO PUBBLICO attrezzato, CAMPUS SCOLASTICO, COLLEGAMENTO CICLOPEDONALE con il Polo Sportivo di Secchiano e l’altro, immaginario, tra l’ex Stazione del “Trenino” fino a Perticara, nel ricordo della “Miniera e dei Minatori di un tempo”, prosecuzione storico culturale ed ambientale del progetto denominato “PARCO FLUVIALE MARECCHIA”. 

Ultimi Articoli

Scroll Up