Home > Primo piano > Novafeltria piange Gianfranco Borghesi, sindaco e paladino del passaggio in Romagna

Novafeltria piange Gianfranco Borghesi, sindaco e paladino del passaggio in Romagna

E’ morto a 73 anni a Novafeltria Gianfranco Borghesi, sindaco della sua città per due anni fra il 1985 e l’87. Era malato da tempo. Insegnante di lettere all’istituto “Luigi Einaudi” era stato uno dei protagonisti della “secessione” dei sette Comuni della Valmarecchia dalle Marche all’Emilia Romagna. Fu anche presidente del comitato civico “Giù le mani dall’ospedale di Novafeltria” e segretario regionale del PD nelle Marche, nonché  presidente della Montefeltro Servizi.  Lascia la moglie Pola e i tre figli Ottavia, Giulio e Tommaso.

Il circoli del Pd della Valmarecchia “ne ricordano le straordinarie competenze che hanno caratterizzato il suo appassionato e qualificato impegno di dirigente politico e amministratore pubblico, a favore dell’intera comunità. Capacità politico-amministrative che unite alle grandi doti di umanità hanno reso Gianfranco un punto di riferimento certo ed essenziali per le tante persone che negli ultimi decenni si sono impegnate in politica. Grazie Gianfranco! Ci mancherai moltissimo”.

Ed Emma Petitti: “Se n’è andato un caro amico e compagno storico di Novafeltria. Una notizia che apprendo con grande dolore. Un abbraccio forte ad Ottavia e a tutta la famiglia. Lo porteremo sempre nel cuore”. In funerali si svolgeranno presso la Chiesa di Novafeltria mercoledì alle 15 (rosario martedì sera alle 20.30). Se ne é andato Gianfranco Borghesi, caro amico e compagno storico di Novafeltria. Una notizia che apprendo con grande dolore. Un abbraccio forte ad Ottavia e a tutta la famiglia. Lo porteremo sempre nel cuore”.

Ultimi Articoli

Scroll Up