Home > Politica > Olimpiadi 2032. Firenze e Bologna pensano di candidarsi. Anche Rimini sarà coinvolta?

Olimpiadi 2032. Firenze e Bologna pensano di candidarsi. Anche Rimini sarà coinvolta?

Olimpiadi a Firenze-Bologna nel 2032. Un sogno? Per ora è “niente più che un’idea”, sottolinea il sindaco di Firenze Dario Nardella, ma la suggestione solo al pensiero è davvero tanta. “Per ora l’ipotesi di una candidatura ai giochi olimpici è stata “già condivisa con il sindaco di Bologna Virginio Merola e con i presidenti di Toscana Rossi ed Emilia-Romagna Bonaccini”. “L’idea si basa su alcuni elementi oggettivi” ha spiegato Nardella e “l’asse Firenze-Bologna rappresenta il cuore di un sistema dell’Italia centrosettentrionale che mette insieme il meglio della Toscana e dell’Emilia per infrastrutture, ricettività, capacità organizzativa e visibilità internazionale.

Una sorte di ‘patto’ dell’Appennino tra Bologna e Firenze per provare a giocarsi la chance delle Olimpiadi 2032. La suggestione politica avrebbe bisogno, però, di un presupposto rilevante: il ritorno dei Giochi in Europa dopo le già assegnate Tokyo 2020, Parigi 2024 e Los Angeles 2028. “

Bologna sposa l’idea lanciata dal sindaco di Firenze, Dario Nardella. Il primo cittadino bolognese, Virginio Merola, conferma di averne già parlato con Nardella e afferma: “E’ un’ottima idea e si lavorerà insieme a questa prospettiva”.

In questa prospettiva sicuramente anche Rimini potrà dire la sua. In particolare per la capacità ricettiva, per i collegamenti con Bologna e per altre sinergie ad iniziare dalle gare in mare aperto. D’altra parte in altre occasioni, gruppi di cittadini, si erano organizzati per una candidatura di Rimini alle Olimpiadi

Scroll Up