Home > Cronaca > Operato nella notte il bimbo accoltellato a Rimini: è in rianimazione

Operato nella notte il bimbo accoltellato a Rimini: è in rianimazione

E’ stato operato nella notte tra sabato e domenica il bimbo accoltellato ieri pomeriggio da un cittadino somalo di 26 anni in fuga dopo aver ferito due accertatrici della Holacheck in servizio sulla linea 11 che collega Riccione e il capoluogo romagnolo all’altezza della Colonia Novarese al confine tra Riccione e Rimini poco dopo le 19 e una terza donna sempre durante la fuga.

Il piccolo, un bengalese di cinque anni, era stato ferito da un fendente alla giugulare e le sue condizioni erano apparse da subito gravissime.

Proseguono intanto le indagini della Polizia di Stato coordinate dal pm Davide Ercolani. Da chiarire restano le dinamiche esatte dell’accaduto e le motivazioni che hanno innescato tanta violenza in momenti e luoghi distinti. Il ventiseienne è indagato con l’accusa di tentato omicidio, tentata rapina (ha cercato di forzare le portiere di alcune auto in corsa).

Nella mattinata l’intervento su Facebook del’assessore alla sicurezza Jamil Sadegholvaad

“Da una parte una famiglia che vive ore drammatiche per il figlio, fatta di persone con grande dignità, venute dal Bangladesh, per potere avere un futuro migliore, una storia di integrazione riuscita.
Dall’altra la follia della persona che ha colpito il bambino. Richiedente asilo, probabilmente sotto l’effetto massiccio di sostanze stupefacenti, una storia di integrazione neppure cominciata.
Chi rispetta leggi e regole, chi vive in questo Paese sentendolo suo in tutto e per tutto (il bimbo doveva cominciare domani la prima elementare), è una parte importante della nostra comunità. A chi invece arriva qui con la legge del coltello va applicato la massima punizione prevista da leggi che ci sono e vanno fatte rispettare senza se e senza ma.
Come amministrazione comunale anche oggi staremo vicini alle persone aggredite e alle loro famiglie. Chiederemo conto del perché l’aggressore, residente in un comune vicino, potesse circolare nonostante lo status particolare e, pare, a episodi aggressivi che lo avevano già visto protagonista.
Ringrazio Polizia, medici e tutti coloro i quali tra ieri e queste ore ci fanno capire con il loro lavoro e la loro sensibilità che la nostra è una comunità solida”.
Il sindaco di Rimini Andrea Gnassi e il vicesindaco Roberta Frisoni sono stati al fianco della famiglia del bimbo all’Ospedale Bufalini di Cesena durante i momenti delicati dell’operazione notturna.

Ultimi Articoli

Scroll Up