Home > Sport > 1-1 a Sasso Marconi, il Rimini promosso in C con una giornata di anticipo

1-1 a Sasso Marconi, il Rimini promosso in C con una giornata di anticipo

Sasso Marconi – Rimini  1-1

Sasso Marconi: Auregli, Pedrelli, Saputo, Biguzzi, Medi, Torelli, Colarieti (89° Boriani), Monti (76’° Errichiello), Jassey (85°Galassi), Draghetti (53° Grazdhani), Testoni (78° Fiorentini).

In panchina: Genovese, Caniato, Rubini, Casarini.

Allenatore: Gori

 

Rimini: Marietta, Lo Duca, Pietrangeli, Panelli, Contessa, Andreis (60° Greselin), Tanasa, Tonelli, Gabbianelli, Mencagli, Ferrara (64° Germinale).

In panchina: Piretro, Deratti, Cuccato, Pari, Tommasini, Pecci, Arlotti.

Allenatore: Gaburro.

 

Arbitro: Marin di Portogruaro.

Guardalinee: De Luca di Merano e Marchesin di Rovigo.

 

Reti: 22° Mencagli, 32° Torelli.

 

Si è giocato solamente un tempo a Sasso Marconi, il primo, quello dei due gol. Nella ripresa solamente melina e ritmo lentissimo per un risultato che va bene al Rimini, con la promozione con una giornata di anticipo e un punto che va bene anche ai padroni di casa perché mantiene intatte le aspirazioni play out.

Al 22° la rete di Mencagli, a seguito di una prolungata azione, fino a quando recupera la palla Ferrara che serve il centravanti biancorosso, che insacca.

Solo 10 minuti, al 32° Torelli, ex, calcia una gran punizione da trenta metri, che sibila sotto la traversa, imparabile per Marietta, incolpevole.

Al fischio finale grande festa in campo e sugli spalti, alla presenza di 800 tifosi e del Sindaco Jamil.

E’ stata una cavalcata, il cammino dei biancorossi di questa stagione, culminata con il risultato di oggi, nella promozione diretta in serie C. Un campionato mai messo in discussione, nemmeno in questo ultimo periodo in cui sembrava che il Ravenna potesse in qualche modo minacciare l’obiettivo. Un campionato vinto soprattutto in casa. Nemmeno dopo la sconfitta di Ravenna si è messa in dubbio la classifica. La forza di questa squadra sta nella mentalità e nel pensare che una gara non dura mai meno di 90 minuti, e che se ci sono difficoltà, come quando il Rimini si è trovato in svantaggio, vi sono forze, modi e tempi per recuperare e magari ribaltare il risultato. E’ successo diverse volte in questo campionato. Così pure quando una partita dominata non si riusciva a sbloccarla. Anche questo è successo, ma la caparbietà, a volte la cinicità e la consapevolezza delle proprie qualità hanno permesso sempre di fare risultato. Il merito di aver trasmesso la consapevolezza della propria forza è soprattutto dell’allenatore Marco Gaburro, forse il miglior acquisto biancorosso di questa stagione. E non ci sono classifiche da fare per quanto riguarda le individualità. Chi è subentrato è stato sempre all’altedi chi è uscito a gara in corso, oppure al posto di qualche squalificato. Un risultato, la promozione, frutto della rosa, di qualità e, stavolta davvero si può dire, del gruppo.

La festa per il vantaggio biancorosso

I festeggiamenti per il pareggio del Sasso Marconi

 

La classifica

La classifica a una giornata dalla fine del campionato.

In copertina: i festeggiamenti in campo per la promozione

Immagini da Icaro TV

Ultimi Articoli

Scroll Up