Home > Economia > Ambiente > Parte la campagna Spiagge Plastic-Free. Impegno del Comitato di Rimini

Parte la campagna Spiagge Plastic-Free. Impegno del Comitato di Rimini

‘Raccogliamo la plastica’ è l’appello della maratona promossa dal Wwf per pulire le spiagge italiane da quella che è ormai un’invasione di rifiuti destinati a restare nell’ambiente per tempi lunghissimi. E’ Fiorello, in una video-clip con l’attrice siciliana Stefania Spampinato, a dare il via alla campagna per le spiagge libere dalla plastica che il 3 giugno è partito dalla Sicilia, a Catania, per toccare le spiagge più belle di tutta Italia.

Il tour, che apre la Campagna WWF GenerAzioneMare, coincide con la Giornata Mondiale dell’Ambiente (5 giugno) e la Giornata mondiale degli Oceani (8 giugno).

“Il Mediterraneo è un mare piccolo ma con un immenso tesoro, il Capitale Blu che il WWF ha stimato valere 5.600 miliardi di dollari, considerando tutti i suoi beni naturali”, ha detto Donatella Bianchi, Presidente di WWF Italia. “Quest’anno – ha proseguito – abbiamo voluto iniziare la nostra campagna in difesa del mare partendo da uno dei suoi nemici peggiori, la plastica”. Si calcola infatti che il 93% della plastica nell’oceano sia costituita da rifiuti dei consumatori e per questo, ha rilevato Bianchi, “è importante attivarsi in prima persona sia nei comportamenti quotidiani che nelle azioni di ripristino ambientale”.

Il primo evento della campagna è a Catania, nel Lungomare Ognina, dove i volontari saranno chiamati a pulire circa due chilometri di costa. Si prevede anche la pulizia di un altro tratto della costa siciliana, l’Oasi WWF di Torre Salsa, mentre un gruppo di sub pulirà un tratto di fondale. Chiuderanno la giornata incontri divulgativi organizzati in collaborazione con il progetto internazionale Plastic Buster, la Stazione Zoologica Anton Dohrn e il Sindacato Italiano balneari.

La maratona, che si concluderà a fine giugno, toccherà decine di spiagge: da Genova, Rimini e Ancona fino al Lazio, con Palidoro e Torre Flavia; la spiaggia toscana di Burano e l’Isola Gaiola nel Golfo di Napoli; Miramare a Trieste e Punta del Serrone vicino Brindisi; l’Oasi di Policoro in Basilicata e, in Calabria, Capo Rizzuto, Saline joniche e Praia a mare. In Sardegna spiagge pulite in Gallura. E’ possibile iscriversi online e scegliere la spiaggia sulla mappa.

L’iniziativa nazionale trova la piena collaborazione del comitato locale “Noi da Rimini per l’Adriatico”, “Basta plastica in mare”

Scroll Up