Home > Eventi Cultura e Spettacoli > Parte l’estate di Publiphono Rimini, da oggi anche sul web

Parte l’estate di Publiphono Rimini, da oggi anche sul web

Centocinquanta altoparlanti su 15 chilometri di litorale, 2 trasmissioni al giorno da giugno a metà settembre, 25 milioni di persone raggiunte nell’intera stagione turistica. Sono i numeri di Publiphono Rimini: il servizio di fonodiffusione che, dalle 9 alle 19 di ogni giorno dell’estate, colora di musica e annunci la riviera che va da Torre Pedrera a Miramare.

Famoso per essere il “Chi l’ha visto” delle vacanze (sono più di 1000 i bambini e gli over 60 che ogni estate grazie alla Publiphono vengono riconsegnati ai propri cari dopo essersi smarriti), il popolare strumento di fonodiffusione sulla spiagge di Rimini, ha deciso di rinnovarsi; ad iniziare dal look, ma senza tralasciare contenuti e obiettivi.

Tutto partirà dal web, grazie a un nuovo sito internet (www.publiphonorimini.it), già on line da oggi 24 giugno, e a un progetto di aggregazione fan sul gruppo Facebook “Sei in vacanza a Rimini se…”. Poi, nel corso della stagione, “voce” al nuovo servizio di ritrovamento degli amici a quattro zampe (sempre più numerosi in spiaggia) e, nel periodo di Ferragosto, un’altra novità: in regalo ai bambini in vacanza a Rimini migliaia di “magliette anti-smarrimento”, in abbinamento a un opuscolo che sarà diffuso per prevenire e limitare il problema.

Dietro i microfoni del quartier generale di via Fellini Satyricon (dove si trova la Publiphono), ci saranno anche questa estate: gli “angeli della spiaggia”, come soprannominati dalla stampa nazionale che, in più occasioni si è occupata del loro lavoro. Si tratta di Betty Miranda, Giovanna Giulioni e Liljana Visinska: sempre pronte (una volta che bagnino, salvataggio o mosconaio hanno certificato l’emergenza) a fare risuonare le loro voci sull’arenile, fino al ritrovamento della persona smarrita. A condire di allegria le giornate della Publiphono è già al lavoro il dee-jay Gilberto “Gibo” Gattei, altro decano della scuderia Publiphono. A lui, anche quest’anno, il compito di selezionare musica e tenere vivo l’ascolto attraverso la trasmissione Radio Vacanza, con tanti nuovi consigli come passare le giornate al mare e un nuovo servizio informativo, il bollettino meteo fornito dal Bagno 99.

Last but not least, l’estate della Publiphono avrà il suo clou in Rivera il 1° settembre: con la fono-cronaca (come già accaduto in precedenti edizioni) della esibizione delle Frecce Tricolori.

“Tante novità – chiosa Ugo De Donato, presidente della Pupliphono Rimini Srl – con lo scopo di arrivare pronti al 2020, quando presenteremo un palinsesto tutto nuovo. Se saremo bravi, e lo siamo stati per tanti anni, a settembre andrà in onda un’anteprima di quello che sarà la Publiphono del prossimo anno. L’idea è quella di diventare ancora più uno strumento a servizio dei turisti e di tutti gli operatori che hanno a cuore la crescita, in termini di presenze e qualità, del nostro prodotto balneare. La ricetta prevede di puntare più sull’utilità dell’informazione. Il rischio assuefazione è infatti alto, ed è giusto che Publiphono punti a rinnovarsi e a conquistare riscontri ancora più positivi. Dobbiamo adeguarci ai tempi, e presto ci saranno novità anche sul piano delle infrastrutture digitali. C’è tanto da raccontare sulla vita in vacanza, quando hai i piedi nella sabbia e tanto vorresti sapere di cosa ti sta attorno: cosa fare, il meteo, il significato delle bandiere, gli aneddoti dei bagnini, l’entroterra, dove si può andare quando il tempo è brutto. C’è poi il capitolo del comportamento a spiaggia e della sicurezza in mare: per questo continueremo la collaborazione con la Capitaneria di Porto, alla quale già forniamo gratuitamente i nostri spazi pubblicitari per comunicare le varie ordinanze. Siamo un’azienda privata, e ogni novità andrà quindi seminata e coltivata commisurandola ai ritorni pubblicitari, unica nostra entrata; ma confidiamo molto nel potenziale che ancora dobbiamo esprimere. Siamo per la qualità della vacanza e desideriamo accompagnare la città di Rimini nei progressi che in tanti stanno compiendo per rendere questa destinazione la migliore delle mete turistiche.”

Scroll Up