Home > Speciale Elezioni > Pd Novafeltria: “Le proposte di “Percorso Comune” per la Marecchiese sono solo propaganda”

Pd Novafeltria: “Le proposte di “Percorso Comune” per la Marecchiese sono solo propaganda”

Il circolo del Pd di Novafeltria interviene sulla proposta della lista “Percorso Comune” di discutere, a pochi giorni dal voto, della “nuova Marecchiese”. Una proposta che il Pd ritiene solo strumentale e priva di contenuti.

“Ci domandiamo cosa significhi per Percorso Comune lanciare proprio ora, alla vigilia delle elezioni del nuovo consiglio comunale di Novafeltria, una “campagna di sensibilizzazione per la realizzazione di una nuova Marecchiese“ sostenendo di avere in mente “una viabilità migliore e differente da quella attuale”.

Di certo il tema non è di oggi: purtroppo sono almeno 30/40 anni che l’argomento è oggetto di discussione e di mobilitazione della gente che vive sulla strada lungo la valle (ne sono riprova le foto delle partecipate manifestazioni tenutesi a Secchiano negli anni ’80).

Di certo ad esserne interessati sono tutti i Comuni della Valmarecchia. A tal proposito ci permettiamo di affermare che senza l’accordo unitario di questi ultimi, insieme alle varie espressioni della società civile, così come è avvenuto fino ad oggi, non si va da nessuna parte e tantomeno si raggiungono risultati tangibili.

Per questo ci chiediamo a che giova l’azione politica dell’Amministrazione di Novafeltria posta in essere in questi ultimi anni che:

1° invece di operare per trovare un’unità di intenti con gli altri Comuni interessati alla Marecchiese ha preferito fughe in avanti con due Comuni dell’alta valle, politicamente affini, nel tentativo di piantare bandierine di merito e “mettere il cappello” su un problema che è di tutti;

2° invece di impegnarsi per rafforzare l’Unione dei Comuni della Valmarecchia che poteva e doveva rappresentare il soggetto istituzionale più idoneo ad affrontare ed avviare a soluzione il problema, al contrario ha fatto la sua parte per portare l’Unione alla disgregazione, rendendola di fatto più debole e meno incisiva nei confronti dei livelli istituzionali superiori (Provincia, Regione, Ministero) che dovrebbero poi finanziare l’opera;

3° invece di favorire la ricerca di soluzioni possibili, compatibili con le crescenti necessità di mobilità delle persone, delle produzioni manufatturiere, delle merci, compatibili con i principi di sicurezza e di salvaguardia ambientale, in modo del tutto strumentale e propagandistico ha alimentato l’idea che si potesse realizzare una strada a quattro corsie che collegasse l’alta valle a Rimini.

E infine ci chiediamo a che serve raccogliere firme a sostegno di una nuova viabilità sapendo che sul tema la popolazione della valle, a più riprese e lungo tutto il percorso, ha già avuto modo di esprimersi a favore di interventi di miglioria.

Il problema è invece come fare, e con quali risorse, nella consapevolezza che questa non è prerogativa del Comune di Novafeltria ma di tutte le comunità che insistono su quella strada.

In ogni caso, anche in riferimento a quanto sopra esposto, saremmo curiosi di sapere nel merito cosa ne pensano i candidati della lista Percorso Comune, considerato il gioco di equivoci assai conveniente in

campagna elettorale che si nasconde dietro le parole “nuova Marecchiese”; se tale slogan lascia infatti

presupporre l’intento di realizzare una nuova strada con un nuovo tracciato per ridurre i tempi di percorrenza, allora vi è una profonda discrepanza con quanto scritto nel documento di intesa con Provincia ed ANAS, nel

quale si parla invece di progetto preliminare di miglioramento e razionalizzazione del sistema della mobilità e della viabilità, sia incidendo sull’attuale tracciato, sia attraverso la realizzazione di nuovi tratti, nel massimo rispetti di vincoli ambientali, urbanistici e paesaggistici”

Ultimi Articoli

Scroll Up