Home > Ultima ora > Pd Riccione: Ospedale Ceccarini, è ora di avere il parcheggio

Pd Riccione: Ospedale Ceccarini, è ora di avere il parcheggio

La Giunta deve impegnarsi nella costruzione di un nuovo parcheggio per l’Ospedale Ceccarini. E’ il senso dell’Ordine del giorno che i Consiglieri comunali del Pd presenteranno al prossimo Consiglio comunale.

Bauzone, Arcangeli e Pazzaglini chiederanno che gli uffici comunali si attivino; che si reperiscano le risorse attraverso alienazione di beni o attraverso l’accensione di un mutuo (anche perché il Comune di Riccione ha rispettato gli indici di indebitamento previsti dalle normative di riferimento e ha spazio per contrarre nuovi mutui); che si individuino le forme di gestione del parcheggio e che questo sia inserito nel piano triennale delle opere pubbliche che sarà approvato con il bilancio di previsione 2017 da deliberare in consiglio comunale entro il prossimo 30 marzo.

Nel piano di riorganizzazione del Ceccarini è emersa la volontà dell’Amministrazione di continuare a investire nell’Ospedale presidiando il livello e la qualità dei servizi sanitari e dei servizi complementari collegati. E’ del tutto evidente la mancanza di parcheggi nella struttura e nelle vie adiacenti, cosa che rende difficile la fruizione da parte di pazienti disabili e anziani ma anche di associazioni quali Croce Rossa e Croci private, Aism, IOR, Avis, Auser e altre che ogni giorno svolgono servizi di trasporto per pazienti non autonomi e autosufficienti.

Inoltre, il Ceccarini è un punto di riferimento per tutte le attività ambulatoriali della zona sud della provincia e la numerosità degli accessi al servizio analisi e del pronto soccorso determinano un afflusso continuativo alla struttura generando notevoli difficoltà nel traffico e nel parcheggio.
L’interesse dei cittadini riccionesi, al quale il Partito Democratico crede si debba rispondere, è continuare a investire nelle migliorie alle infrastrutture complementari all’Ospedale, comprese le opere pubbliche necessarie per garantire un servizio facilmente fruibile e sicuro. Questi investimenti devono essere a carico del Comune e non dell’Asl per evitare di drenare risorse che l’azienda potrà reinvestire nell’aumento della qualità dei servizi sanitari rivedendo, magari, anche la scelta sull’eliminazione del primariato di terapia intensiva e rianimazione dell’ospedale Ceccarini.

“Va sottolineato – concludono i consiglieri del Pd – che nel piano triennale degli investimenti 2016-2018 approvato dalla maggioranza, colpevolmente, non ci sono previsioni di intervento sul parcheggio dell’ospedale”

Scroll Up