Home > Ultima ora politica > Pd Riccione:“ UN BEL TACER NON FU MAI SCRITTO… “

Pd Riccione:“ UN BEL TACER NON FU MAI SCRITTO… “

Il Partito Democratico di Riccione con una nota affronta le spese per gli eventi dell’amministrazione di Riccione. In particolare viene messo in discussione la validità degli eventi realizzati per un ritorno di presenze turistische. Questo il comunicato

“Non avevamo bisogno di ulteriori conferme di come questi signori, giocando sulle parole, continuano ad illudere i riccionesi e neppure sentivamo il bisogno di avere conferme sulla inadeguatezza di questi amministratori che non hanno di meglio da fare che continuare a guardarsi indietro, a quello che succedeva “prima”. Capiamo che la disabitudine (o forse è meglio definirla incapacità) a guardare avanti con idee e visioni sul futuro della nostra città sia esercizio complicato ma dal luglio 2014 ne è passato di tempo senza però lasciare traccia alcuna di questo mirabolante “cambiamento” così tanto sbandierato.

Si continua con questo mantra “ i soldi della tassa di soggiorno non sono sono versati dai riccionesi ma dai turisti”, come se questo fosse un buon motivo per buttare al vento centinaia di migliaia di euro. Gli eventi e gli allestimenti sono piaciuti a tanti e non è questo l’oggetto del contendere.

La questione è molto più seria.

Si sono fatte spese faraoniche per eventi che non hanno portato un riscontro tangibile proporzionale ai costi sostenuti. E’ quindi legittimo che qualcuno si chieda perché parte di questi investimenti giacciano nei magazzini di Geat o da altre parti.

La considerazione “sono soldi che pagano i turisti”, oltre ad essere una giustificazione squallida e fuori luogo, denota anche scarso rispetto nei confronti di chi continua a trascorrere le loro vacanze in città e che, oltre a pagare i servizi, paga pure la tassa di soggiorno che magari potrebbe anche essere destinata alla promozione turistica vera e propria che al momento è delegata unicamente ai Consorzi e Club di Prodotto privati.

Ogni euro che entra a qualsiasi titolo nelle casse del Comune è denaro pubblico e quindi denaro della città, dei loro abitanti e dei turisti che la frequentano. DENARO PUBBLICO !!!

Immaginiamo che, per chi ancora non ha capito dove si trova, non sia facile comprendere un concetto così semplice, ma così è.

Fatevene una ragione. I soldi della tassa di soggiorno si possono spendere in altri mille modi, non solo a realizzare eventi. Eventi che hanno costi che lasciano molto perplessi. Eventi che anche se in programma da anni hanno visto lievitare i loro costi senza alcuna giustificazione.

Quindi cari “Noi” ritornate nella vita reale e uscite dalla logica da adolescenti social e provate a comprendere quali sono le responsabilità che i cittadini vi hanno dato con il loro voto. In quanto a bugie, non è al PD che può crescere il naso, abbiamo ben impressa nella memoria chi con slogan e ritornelli prometteva urlando: No alla tassa di soggiorno – fermeremo il TRC – spegneremo l’inceneritore – costruiremo l’università al Marano – vi daremo un nuovo porto – vedrete la nuova Piazza Unità …

La campagna elettorale è finita da tempo e quindi fatelo per Natale un bel regalo alla nostra città: basta promesse e bugie e, soprattutto, smettete di guardare indietro e cominciate a rivolgere lo sguardo in avanti, Riccione ne ha bisogno.”

PD Riccione

Ultimi Articoli

Scroll Up