Home > Ultima ora politica > PD. Scontro Corallo-Burioni

PD. Scontro Corallo-Burioni

Ancora non è ufficialmente iniziata la campagna elettorale per la segreteria del Pd che già iniziano le polemiche. Facile che potesse succedere. E non sarà l’unica volta. Con un numero così elevati di candidati (ad ora 7) vi chi cerca una visibilità. Ha iniziato Dario Corallo, il candidato meno conosciuto, per la giovane età – 30 anni – che dal palco dell’assemblea nazionale del Pd di ieri (sabato) ha cercato di spiegare un errore che avrebbe commesso il Pd, negli ultimi anni, in questo modo:  aver “elevato a scienza vera e assoluta quelle che sono posizioni squisitamente politiche”, mortificando “come un Burioni qualsiasi” il 99% delle persone meno preparate che esprimono dubbi o curiosità.

Corallo ha scatenato reazioni contrarie sui social. Ha ricevuto anche una risposta nel merito da parte del virologo Roberto Burioni.

Roberto Burioni era stato a lungo corteggiato per una sua candidatura alle passate elezioni politiche, del 4 marzo,  nelle liste del Pd. Si parlava di una candidatura a Rimini. Poi il medico ha deciso di non candidarsi.

“Doveva succedere, ed è successo, scrive Burioni sul suo profilo FB, alla fine gli attacchi contro di me arrivano anche dal Partito Democratico (al quale secondo la vulgata dovrei essere contiguo), dove un candidato alla segreteria si lamenta perché nel suo partito sono state: “elevate a scienza vera e assoluta quelle che sono posizioni squisitamente politiche”. Al di là del dileggio nei miei confronti che mi dispiace, visto che io da due anni faccio del mio meglio per spiegare le cose che so a coloro che le cose non le sanno, trovo la questione molto grave in quanto ci fornisce la dimostrazione che nessun partito è immune dalla tentazione di fregarsene della scienza (e della salute delle persone), per accarezzare il pelo all’ignoranza sperando di portare a casa dei voti alle prossime elezioni. Questo mi conferma che ho fatto la scelta giusta a non candidarmi, perché una posizione indipendente mi consente di essere libero da tutti i partiti e di potere servire solo la verità dei libri che ho studiato. Da me, almeno fino a quando non mi sarò stancato (momento non lontano), ascolterete solo e solamente la voce della scienza e della medicina. Quella medicina che sbaglia, che è imperfetta perchè fatta da uomini ma che alla fine ci salva non di rado la vita”.

Burioni ha anche fatto una battuta sarcastica :“Un Burioni qualsiasi” non me l’ha detto neanche la più inferocita delle mie ex.”

Per il candidato alla segreteria del Pd, immaginiamo valga il famoso aforisma “non importa che se ne parli bene o male. L’importante che se ne parli”.

Nella foto di copertina  a destra Dario Corallo a sinistra Roberto Burioni

Ultimi Articoli

Scroll Up