Home > Eventi Cultura e Spettacoli > Pennabilli: domani, domenica, ultima giornata de “Gli antichi frutti”. La festa per i 100 anni di Tonino Guerra

Pennabilli: domani, domenica, ultima giornata de “Gli antichi frutti”. La festa per i 100 anni di Tonino Guerra

Ultima giornata per “Gli Antichi Frutti d’Italia si incontrano a Pennabilli”, la manifestazione dedicata agli antichi frutti e alle tradizioni contadine che chiuderà il suo ricchissimo programma domani domenica 27 settembre.

 

Un’edizione definita, non a caso, “Speciale”, perché nonostante le difficoltà dell’anno, si è voluto ugualmente riproporre la manifestazione, per omaggiare con “il Viaggio Luminoso” i Cent’anni di Tonino Guerra, che amava questo luogo così tanto, da averlo scelto come sede “di vita” e di suggestioni poetiche.

 

“Abitare. Costruire. Poetare. Pilastri nel pensiero e nell’azione del Maestro Tonino Guerra, che sono tornati in questo ricco programma della Festa degli antichi frutti, attraverso le parole e le opere dei nostri illustri ospiti, e in particolare di Carlin Petrini ed Emilio Ambasz. Abitare la terra quale modo di recuperare un rapporto simbiotico con la natura, per ripartire.  Costruire, perseguendo con creatività l’obiettivo di riportare in una dimensione poetica il dialogo con la natura, coniugando il grigio della mano dell’uomo e il verde del paesaggio. Poetare, inteso come realtà dell’azione per Carlin Petrini, e dell’architettura per Emilio Ambasz. Poetare pensieri, per dare continuità all’Opera di Tonino Guerra”. Sono le parole di Luca Cesari, direttore artistico de “Il Viaggio Luminoso – Cent’anni di Tonino Guerra”, il programma per celebrare il centenario della nascita del Maestro con cui Cesari ha condiviso percorsi di studio, di ricerca e di affetto, culminati nella cura dell’Opera Omnia letteraria edita da Bompiani nel 2018 “L’Infanzia del Mondo”.

La giornata di domenica si aprirà al Teatro “Vittoria” di Pennabilli alle 11 con l’Omaggio a Emilio Ambasz.

Sarà, infatti, consegnato il Premio “Una foglia contro i fulmini” – già conferito a Luis Sepúlveda e Marc Augé – al grande Maestro di Architettura e di Design internazionale, Emilio Ambasz.  Premiato di recente con ilCompasso d’oro”, Emilio Ambasz, architetto argentino, vanta oltre 220 brevetti industriali e meccanici. Considerato il padre, poeta e profeta della green architecture sarà a Pennabilli per la prima volta e converserà con Raffaele Milani, professore ordinario di Estetica all’Università di Bologna e filosofo del paesaggio sul tema “Natura e Architettura”. Introduce lo scrittore e saggista Luca Cesari. 

 

MUSICA E PAROLE PER RICORDARE EZIO BOSSO

Nel pomeriggio, alle 16.00 al Cinema Gambrinus di Pennabilli ospiterà l’Omaggio a Ezio Bosso.  Il compositore e figlio di Tonino, Andrea Guerra insieme al grande jazzista e trombettista Paolo Fresu daranno vita ad una dedica ad Ezio Bosso. 

 

Il Maestro Bosso, amico dell’evento a cui ha partecipato regalando momenti di vera poesia, verrà ricordato con la sua musica e le sue parole.

 

L’evento è organizzato dall’Associazione Tonino Guerra, in collaborazione con i comuni di Santarcangelo di Romagna e Pennabilli, Fondazione Fo.CU.S, il contributo della Regione Emilia – Romagna, del Parco Interregionale del Sasso Simone e Simoncello e Coldiretti, con la direzione artistica di Luca Cesari (saggista, scrittore e docente di estetica) e Massimo Pulini (pittore e storico dell’arte).

 

La XIII edizione “speciale” anche quest’anno porta a Pennabilli un programma ricchissimo che prevede, oltre al mercato degli antichi frutti, mostre tematiche, incontri culturali e scientifici dedicati all’agricoltura, alla biodiversità, al paesaggio, alle tradizioni eno-gastronomiche. 

 

Sono previsti, inoltre, dimostrazioni con materiali naturali, attività creative per bambini, conversazioni poetiche, spettacoli di musica e parole. 

 

Posti limitati, prenotazione obbligatoria per tutti gli eventi: 

  • ore 11 al Teatro “Vittoria” incontro con Emilio Ambasz;
  • ore 16 Cinema Gambrinus, omaggio a Ezio Bosso. 
Scroll Up