Home > Ultima ora politica > Pennabilli, Lista civica “Nella storia, il futuro”: “La stangata dei trasporti scolastici”

Pennabilli, Lista civica “Nella storia, il futuro”: “La stangata dei trasporti scolastici”

Un comunicato della Lista Civica “Nella storia, il futuro per il Comune di Pennabilli”, mette il dito nella piaga della reintroduzione del costo del trasporto urbano per gli studenti, facendo risaltare le incongruenze tra le promesse elettorali e i fatti del Sindaco Mauro Giannini: 

Con l’approvazione del bilancio di previsione 2019-2021, l’Amministrazione Comunale di Pennabilli ha reintrodotto il pagamento dei trasporti scolastici per gli alunni che frequentano le scuole del nostro Comune. A partire dal prossimo anno scolastico 2019/2020 per il servizio di trasporto scolastico sarà prevista una contribuzione di 21 euro al mese, da pagare anticipatamente in unica soluzione. In poche parole, a settembre le famiglie che per i propri figli usufruiranno di questo servizio, dovranno pagare circa 200 euro ad alunno. Questa scelta è una vera e propria stangata che si abbatte soprattutto sulle famiglie delle frazioni del nostro Comune. Vogliamo ricordare che il pagamento del trasporto scolastico era stato abolito nel 2012 dall’Amministrazione Valenti, per venire incontro alle necessità delle famiglie che allora pagavano 90 euro all’anno, quindi la metà di quanto previsto oggi, tenendo appunto in considerazione le difficoltà dei cittadini e anche una “mozione” di abolizione presentata dell’allora Consigliere di Minoranza Mauro Giannini, il quale divenuto Sindaco, non si è limitato a reintrodurre la vecchia tariffa, ma l’ha addirittura raddoppiata. Durante il dibattito in Consiglio, alla richiesta di sgravi per famiglie numerose, non è stata data risposta. Vogliamo ricordare che nel nostro Comune ci sono molte famiglie con tre, quattro (addirittura con sei bambini) che usufruiscono di tale servizio. Facendo due conti una famiglia con due bambini dovrà pagare circa 400 euro all’anno e se consideriamo tutti gli 11 anni che comprendono l’arco scolastico, dalla Scuola dell’Infanzia alla Secondaria di Primo Grado, la  cifra sarà pari a 4.400 euro, con tre figli circa 600 euro all’anno e 6.600 euro per l’intero arco scolastico. Nel programma elettorale dell’Amministrazione Giannini, tra le priorità assolute, aveva messo, la riduzione delle tasse e l’attuazione di nuove politiche sociali. Dopo questa sciagurata scelta, si è capito quanto false e solamente elettorali erano quelle promesse”. 

Lista Civica “Nella storia, il futuro per il Comune di Pennabilli” 

Scroll Up