Home > Cultura e Spettacoli > Pepper Blondes, tutta l’allegria del rock n’ roll made in Romagna

Pepper Blondes, tutta l’allegria del rock n’ roll made in Romagna

Pepper Blondes. Si chiama così la band romagnola tutta Rock n’ Roll, nata nel 2014. Fanno parte del gruppo tutto al femminile o quasi, le cantanti Chiara Delvecchio, Chiara Pari ed Elisa Semprini, (34 anni). Poi, a completare il gruppo, ci sono anche tre musicisti appartenenti al genere maschile: Andrea Bartolini (45), al contrabbasso, Boris Casadei (38), alla chitarra e Alessandro Pivi (37), alla batteria.

Elisa, come sono nate le Pepper Blondes?

«L’idea nasce da me e da Chiara Delvecchio. In quel periodo eravamo entrambe coriste di una band soul e quell’esperienza, oltre a regalarci una bellissima amicizia, ci ha fatto scoprire una passione e un’affinità fortissima per quanto riguarda l’armonia vocale. Da questo desiderio comune di lavorare a più voci è nata l’idea di formare una band che ci permettesse di farlo e che, allo stesso tempo, potesse far uscire tutto il nostro lato frizzante e pazzerello. E quale miglior genere se non quello del Rock N Roll? Così abbiamo “reclutato” Chiara Pari che ha aggiunto valore vocale e allegria al nostro duetto».

Chiara Pari, come possiamo definire le Pepper Blondes?

«Sono la “ smemorina” e “simpaticissima” Claire (Chiara Delvecchio ndr), la “spumeggiante” ed “energica” Cindy (Chiara Pari), e la “romantica” e “sognatrice” Lizzie (Elisa Semprini)».

Chiara Delvecchio, chi ha scelto questo nome così particolare?

«Ai tempi della formazione del gruppo eravamo tutte e tre biondissime e questo nome è stato scelto perché rappresentava perfettamente il nostro fuori e il nostro dentro. Poi si sa, alle ragazze piace cambiare e giocare con il colore dei capelli e ad oggi è rimasta solo la nostra Lizzie a tenere alta la bandiera del nostro nome».

Chiara Pari, il vostro genere musicale è il Rock N Roll quindi?

«Attingiamo da tutto quello che è il Rock N Roll, che va dagli anni ’50 in avanti. Scomodiamo artisti classici come Elvis, le Andrew Sisters, Chuck Berry, Little Richards, Jerry Lee Lewis ma anche artisti contemporanei come Christina Aguilera o Meghan Trainor».

Elisa, la vostra band conta però anche dei musicisti maschi? Anche loro sono in un certo senso dei Pepper Blondes?

«Sì, loro sono i nostri “Pepper Boys”. Non solo sono eccellenti musicisti, ma sono dei ragazzi veramente in gamba. Ci supportano e sopportano, perché avere a che fare con tre donne non è affatto facile e infine sono più folli di noi! Senza di loro i nostri concerti non sarebbero così allegri e scanzonati, questo è sicuro!».

Chiara Pari, a proposito di concerti, dove vi esibite?

«Ci esibiamo ovunque veniamo chiamati a suonare. Sia nei locali della nostra riviera che in manifestazioni fuori dalle nostre zone».

Elisa, qual è il vostro pubblico di riferimento?

«Suoniamo un genere che può arrivare a tutti. Suoniamo per chi ha voglia di ballare, ma anche per chi vuole solo ascoltare e passare una piacevole serata. Cantiamo canzoni che hanno segnato un’epoca e non smetteranno mai di essere belle da sentire, vivono nel ricordo di tutti».

Chiara Delvecchio, il bilancio, in questi anni, può dirsi tutto sommato positivo?

«Siamo molto contenti. Abbiamo migliorato il nostro progetto nel corso del tempo e questo ci ha portato anche a fidelizzare i rapporti sia con gli addetti ai lavori sia con il pubblico che ci segue. Noi non vogliamo fermarci e continueremo a dare sempre di più».

Chiara Pari, dove vorreste arrivare con la vostra musica?

«Vogliamo continuare a divertirci e a divertire le persone che partecipano ai nostri live. C’è bisogno di leggerezza nella vita e siamo sicure che nel nostro piccolo possiamo riuscire in questa importante missione. Fino a che ci sarà voglia di divertirsi, siamo pronte a rimboccarci le maniche».

Nicola Luccarelli

Scroll Up