Home > Ultima ora Attualità > Per il Comune il Lord Nelson non è più “Bottega Storica”

Per il Comune il Lord Nelson non è più “Bottega Storica”

Il Comune di Rimini, con una decisione del dirigente alle attività economiche, ha revocato lo status di Bottega storica al Lord Nelson di viale Regina Margherita.

Era stato a fine 2019 tra i primini 16 locali che erano entrati in questa particolare lista.

Arredi in legno marino e stile tipico da birreria britannica per il Lord Nelson Pub, aperto nell’ormai lontano 1981 dalla famiglia Montemaggi che nel 2018 ha ripreso energia con una nuova gestione. Nel corso degli anni il locale non ha mai cambiato il suo aspetto originale, comprese le insegne e le vetrine. Per decenni frequentato quasi esclusivamente dai turisti inglesi, tedeschi, scandinavi alla cui presenza deve il suo aspetto di nordeuropeo, nel corso degli anni ha trovato fortuna anche come punto di ritrovo della gioventù riminese, ad ogni ora del giorno e della notte. Queste erano le motivazioni del riconoscimento.

La revoca di Bottega storica è avvenuta a seguito dei lavori di ristrutturazione del locale eseguiti recentemente.

Il dirigente nel motivare il provvedimento richiama l’art. 5 della legge regionale che prevede che “gli interventi di restauro conservativo e di valorizzazione della struttura edilizia e degli arredi, della conformazione degli spazi interni, delle vetrine e di ogni altro elemento di decoro devono essere preceduti da una proposta al Comune, che deve valutare se gli interventi in questione possano alterare l’immagine storica e tradizionale dell’esercizio, pregiudicando i requisiti originari per l’appartenenza all’Albo, ed eventualmente indicare le modifiche che si rendano necessarie per evitare l’alterazione di quei requisiti”.

A seguito di un sopraluogo i tecnici comunali dopo i lavori hanno rilevato:

  • gli arredi di legno chiaro, che contribuivano all’immagine di “vascello” così come i richiami “marinareschi” (il timone dietro il bancone, le cavigliere e i cordami intorno ai quattro pilastri, le finestre a cornici, il veliero al di sopra del bancone) sono stati completamente rimossi e sostituiti da un arredamento moderno ed essenziale, in cui prevale il colore nero;
  • Sono stati rimossi i divisori di legno che separavano i tavolini sul lato lungo del locale e sono state sostituite le sedie di legno;

L’Albo Comunale delle Botteghe Storiche e dei Mercati Storici è stato istituito nel Comune di Rimini dall’agosto 2009 in seguito all’approvazione della legge sulla “Promozione e valorizzazione delle botteghe storiche”. Per ottenere l’iscrizione è necessario soddisfare tre condizioni principali:

  • Svolgimento da almeno 50 anni continuativi della stessa attività, nello stesso locale (o area pubblica) e con le stesse caratteristiche originarie.
  • Radicamento nel tempo dell’attività, evidenziato da un “collegamento funzionale e strutturale degli arredi con l’attività svolta”.
  • Caratteristiche esteriori proprie della “BottegaStorica”: nei locali o nell’area devono essere presenti “elementi di particolare interesse storico, artistico, architettonico e ambientale”, oppure “elementi particolarmente significativi per la tradizione e la cultura del luogo”.

Il riconoscimento di Bottega Storica permette di avere uno sconto importante sulla Tari (Tassa raccolta rifiuti).

La determina del dirigente

Foto di copertina. Com’era il locale

Ultimi Articoli

Scroll Up