Home > Ultima ora cronaca > Per vendetta un minorenne mette in rete video e foto a luci rosse del bancario

Per vendetta un minorenne mette in rete video e foto a luci rosse del bancario

Un bancario riminese di 43 anni è oggetto di una vera e propria persecuzione da parte di una ragazzo di 17 anni per una relazione virtuale a luci rosse sul web. I due si sono incontrati sul sito “5 Chat” una “grande community italiana, giovane e dinamica, come viene scritto nella presentazione del sito web, per chi è sempre a caccia di nuove emozioni e vuole circondarsi di tante nuove persone.” L’accesso è gratis, senza nessuna registrazione e senza soldi e si può accedere anche in forma del tutto anonima.

I due chattano sempre più frequentemente e si scambiano anche i veri profili e si parlano direttamente senza passare da “5 Chat”. Collegamenti anche in video. Alcuni dei quali molto hard o a luci rosse. Fra i due vi è una distanza di età notevole. Per questa ragione il bancario tronca la relazione quando capisce che stava andando oltre la conoscenza via computer. Infatti il 17enne lo voleva incontrare di persona ed aveva già programmato una visita a Rimini.

Visita stoppata dal bancario con chiusura di ogni relazione anche via chat. E’ a questo punto che scatta una vera e propria vendetta da parte del ragazzo. Inizia a mettere in circolo i video a luci rosse tra i frequentatori della chat. In alcuni di questi video si riconosce anche distintamente il volto del 43enne. Inutili anche i tentativi di far dissuadere il ragazzo da questa azione. Viene coinvolta anche la madre del 17enne ma senza risultati.

Anzi utilizzando anche altri profili il ragazzo mette in circolo i video hard anche in altre community virtuali. Alla fine il  bancario è costretto a fare denuncia alla magistratura. Cosa che è avvenuta nei giorni scorsi assistito dall’avvocato Massimiliano Orrù. In questo modo l’uomo spera che abbia fine l’incubo in cui è caduto

Ultimi Articoli

Scroll Up