Home > Ultima ora cronaca > Pochi ma assembrati, a Rimini la fiaccolata contro il green pass è un flop

Pochi ma assembrati, a Rimini la fiaccolata contro il green pass è un flop

La convocazione era per oggi 28 luglio alle 20.30 in piazza Cavour. Manifestazione per cui il Movimento Libera Scelta aveva chiesto regolare autorizzazione alla Questura di Rimini. Una “fiaccolata contro il greeen pass” del tutto simile ad altre organizzate in mezza Italia, a iniziare da Roma dove i promotori erano una vehtina di parlamentari della Lega.

A Rimini però si sono presentate in piazza poche decine di persone. Le quali si sono strette attorno alla statua del Papa. l’arcigno Paolo V Borghese. Molti hanno una candela in mano ma nessuno la mascherina. Clima tranquillo, senza megafoni nè cartelli o stelle di David.

Qualcuno prende la parola per esprimere tutto il suo dissenso verso la certificazione vaccinale. Anche se i vaccinati non mancano, come dichiarano loro stessi.

Piazza fortemente presidiata dalla Polizia, che non ha comunque dovuto effettuare nessun intervento. La manifestazione si è sciolta pacificamente come si era svolta. A quanto risulta gli organizzatori non erano gli stessi dell’inziativa che si è tenuta sabato scorso, anche se la convocazione ha viaggiato sugli stessi canali social.

Quel “no paura day” del 24 luglio avrà una replica sabato prossimo alle 17.30 sempre nelle piazze di Rimini. Questa volta però gli organizzatori si sono premurati di richiedere un regolare permesso alla Questura. Evidentemente l’annuncio di azioni legali nei loro confronti ha avuto almeno l’effetto di far rientrare queste manifestazioni nella legalità.

Ultimi Articoli

Scroll Up