Home > Eventi Cultura e Spettacoli > Poggio Torriana: due panchine rosse e incontri per la festa della donna

Poggio Torriana: due panchine rosse e incontri per la festa della donna

Il Comune promuove due iniziative sul tema HATE Speech presso il Centro Giovani Ora D’Aria di Poggio Torriana, una mostra fotografica dal titolo “Immagina Donne” e inaugurerà due panchine rosse.

A Poggio Torriana quest’anno l’8 marzo sarà ricordato dando continuità alla divulgazione del Manifesto della Comunicazione Non Ostile, approvato dalla Giunta Comunale il 30 gennaio scorso. Tale decalogo vuole diventare un punto di riferimento per ridefinire lo stile con cui le persone stanno in rete, vuole diffondere l’attitudine positiva a scegliere le parole con cura e la consapevolezza che le parole sono importanti per tutti coloro che scrivono e parlano, dentro e fuori il web.

Venerdì 6 marzo ore 20.45 è prevista la prima serata di dibattito dal titolo “Violenza nello sport nel lavoro e nel mondo accademico:una maratona femminile infinita?”

Interverranno Claudia Petrosillo, UISP Territoriale Rimini Aps; Chiara Zamagna, Associazione Rete degli Universitari; Carmelina Fierro, Consigliera di Parità Provincia di Rimini ed in tale occasione anche l’inaugurazione della mostra fotografica ‘‘IMMAGINA DONNE” dedicata al mondo femminile a conclusione del laboratorio di fotografia digitale con gli omaggi della Consigliera Provinciale, con delega alle Pari Opportunità, Giulia Corazzi.

 

Il secondo incontro sarà Venerdì 13 marzo ore 20.45 “Donne nel mirino digitale” Hate speech come arma per colpire nella politica e nella vita.

Dibattito a cui interverranno Beatrice Spallaccia del Centro MeTRa, Università di Bologna – campus di Forlì;  Giusi Delvecchio, A.N.P.I.; Elvira Ariano dell’Associazione Rompi il silenzio onlus.

 

Inoltre l’Amministrazione inaugurerà due panchine rosse a ricordo delle donne vittime di violenza di genere con gli alunni delle Scuole Primarie di Poggio Torriana e l’Associazione Rompi il Silenzio.

 

Così commenta la coordinatrice delle iniziative e Assessore del Comune di Poggio Torriana, Francesca Macchitella:

 

Quest’anno a Poggio Torriana l’8 marzo, vuole rappresentare una data del calendario che supera la mera celebrazione della giornata internazionale delle donne, sarà, infatti, l’occasione per aprire una finestra di confronto e di dibattito, con i giovani e le famiglie, su un fenomeno tristemente attuale ed in aumento, quello dell’odio in rete degli uomini contro le donne.

Hate speech contro il genere femminile è una pratica in espansione da parte dei “leoni da tastiera” ossia quelle persone che spesso restano impunite e che vigliaccamente usano un linguaggio offensivo, negativo e denigratorio contro le donne impegnate in politica, nello sport, nel lavoro, nella ricerca, nell’associazionismo o contro le ragazze solo perché vestite in un modo piuttosto che in un altro.

A livello nazionale le donne prese di mira sono state tante, Laura Boldini, Teresa Bellanova, Michela Murgia, Carola Rackete e l’elenco è drammaticamente ancora molto lungo e riguarda donne appartenenti ad ogni fascia d’età e classe sociale.

Per approfondire questo tema e provare a capire come contrastare l’intolleranza e la misoginia, il Comune di Poggio Torriana organizza due incontri con delle relatrici che metteranno a disposizione le loro esperienze e la loro grande professionalità in ambiti sociali differenti offrendo un approccio culturale e femminile per superare la ferocia nel web e per circolare in rete senza paura.

La sera del primo incontro, il 6 marzo, sarà anche l’occasione per inaugurare la mostra fotografica “Immagina Donne” realizzata dai partecipanti del laboratorio di fotografia digitale tenutosi presso il Centro giovani Ora d’Aria; entro il mese di marzo assieme ai bambini di quinta elementare delle scuole di Poggio Torriana, l’Amministrazione inaugurerà due panchine rosse per ricordare le donne vittime di violenza. Questo è un progetto già diffuso presso numerosi Comuni italiani, a Poggio Torriana le due nuove panchine, collocate in spazi ben visibili e fruibili dalla comunità locale, vogliono essere due simboli fisici per non dimenticare, per informare sul numero verde 1522 e per essere da monito per tutti. Auspico una significativa partecipazione pubblica a tutte le iniziative in programma, all’insegna di una nuova sensibilità nei confronti delle donne ed un coinvolgimento più attivo dei cittadini Poggiotorrianesi alla vita pubblica”.

Scroll Up