Home > Ultima ora Attualità > Poggio Torriana: il Comune sostiene forme di inclusione scolastica con il servizio di assistenza educativa online

Poggio Torriana: il Comune sostiene forme di inclusione scolastica con il servizio di assistenza educativa online

L’Assessore alla scuola, Francesca Macchitella, conferma un costante lavoro di rete e una fattiva collaborazione tra gli uffici comunali,  i dirigenti scolastici e le cooperative, al fine di non lasciare indietro nessuno, nel pieno rispetto del diritto allo studio in un momento davvero difficile per tutti, in particolare per i bambini e gli adolescenti, privati delle loro abitudini, delle loro amicizie, della relazione con gli insegnanti, i compagni di classe e gli educatori che spesso diventano un vero punto di riferimento per la loro crescita emozionale e non solo. Consapevole di questa situazione complessa, ribadisce che gli interventi sono rivolti a tutti gli alunni residenti a Poggio Torriana, compresi quelli che frequentano scuole situate in altri Comuni.

Oggi il “sostegno a distanza”, attraverso le tecnologie per questo periodo di sospensione delle scuole, ma non della didattica, stabilito dai DPCM per prevenire i contagi da Coronavirus, diventa un progetto confermato dalle due cooperative che gestiscono in appalto il servizio di educativa scolastica e grazie agli insegnanti statali referenti per le attività di integrazione scolastica.

L’Amministrazione comunale tramite le cooperative Il Millepiedi e la CAD, nell’ambito del servizio educativo di inclusione scolastica, offrirà un fattivo sostegno a distanza per gli alunni di Poggio Torriana.

In accordo e con il coordinamento delle scuole saranno forniti, secondo le necessità dei diversi ordini scolastici, interventi finalizzati a garantire la continuità didattica, con l’ausilio diretto online, la trasmissione di programmi didattici da seguire e/o compiti da svolgere, attività ludico-didattiche pratiche su base giornaliera, in continuità con quanto fatto a scuola e personalizzate in base al tipo e al grado di disabilità degli studenti, nonché alla situazione individuale in stretto raccordo con la progettazione educativa e didattica online elaborata dai docenti di sostegno.

Le attività, inoltre, saranno proposte anche come occasioni di relazione con il gruppo-classe, differenziate a seconda del grado scolastico.

I progetti saranno attivati autonomamente dalle Istituzioni Scolastiche, stabilendo giorni e orari in accordo con gli educatori e le famiglie. Gli interventi – che saranno realizzati attraverso le piattaforme già utilizzate per la didattica o altri strumenti di comunicazione digitale – saranno poi rendicontati al Comune.

Anche presso i nidi comunali, infine, le educatrici stanno già lavorando per i bambini e le loro famiglie, proponendo una serie di attività a distanza, ad esempio, hanno realizzato un video di presentazione già pubblicato sul sito del Comune di Poggio Torriana, visto il rinvio dell’openday.

La Giunta Comunale ringrazia tutti gli insegnanti, agli educatori e ai genitori di Poggio Torriana, che stanno affrontando questa emergenza sanitaria da un punto di vista anche educativo e mettono i bisogni degli studenti al centro della didattica perché quasi nessuno era preparato ad affrontare una esperienza simile e questa difficoltà richiede un grande sforzo di mediazione da parte delle istituzioni, delle scuole e delle famiglie.

Scroll Up