Home > Ultima ora cronaca > Preso a Ravenna ricercato a Rimini per spaccio

Preso a Ravenna ricercato a Rimini per spaccio

Era ricercato a Rimini ed è stato pescato a Ravenna un 28nne tunisino che avrebbe dovuto stare in carcere per accuse di spaccio.

L’uomo è stato pizzicato domenica mattina, nel corso di un servizio straordinario di controllo del centro e dintorni predisposto dal Questore di Ravenna Loretta Bignardi in occasione del ponte di Ognissanti. Le volanti della Questura hanno effettuato un controllo all’interno dell’area del Bosco Baronio, dove è stato trovato in compagnia di un altro  giovane extracomunitario; entrambi erano senza documenti.

Gli stranieri sono stati condotti in Questura per l’identificazione e, controllate le impronte digitali, è emerso che uno dei due, il 28enne tunisino senza fissa dimora e irregolare sul territorio nazionale, era ricercato perché colpito da un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dall’ufficio del Gip di Rimini il 18 ottobre 2019.

Il giovane si era dato alla fuga durante un controllo della Polizia Locale di Rimini. Si tratta di uno spacciatore, già noto agli agenti della Polizia Locale di Rimini in quanto lo scorso 15 ottobre, durante uno dei tanti controlli di routine, avvenuto a Rimini nei pressi della stazione, si era dato alla fuga facendo perdere le sue tracce. Gli agenti, che erano impegnati in una perquisizione su alcune persone sospette, avevano riconosciuto il giovane, incrociando anche i dati provenienti dal data base a loro disposizione. Si trattava di un uomo, già arrestato qualche giorno prima dalle volante della polizia di Rimini, per spaccio di sostanze stupefacenti. L’uomo, processato per direttissima, a cui il giudice aveva disposto il divieto di dimora nella provincia di Rimini, era sparito da quel giorno.

Dopo la fuga, il Gip di Rimini, informato dagli agenti della Polizia Locale, ha ritenuto non più adeguata la misura del divieto di dimora, disponendo la custodia cautelare in carcere, misura che adesso è stata messa in atto dagli uomini della Questura di Ravenna.

Il 28enne, dopo le formalità di legge, è stato condotto al carcere di Ravenna. Il secondo straniero, un connazionale 34enne, è stato denunciato in stato di libertà per violazione dell’ordine del Questore di abbandonare il territorio italiano.

 

Ultimi Articoli

Scroll Up