Home > Ultima ora cronaca > Preso clan di albanesi armato fino ai denti, spacciava all’ingrosso anche a Rimini

Preso clan di albanesi armato fino ai denti, spacciava all’ingrosso anche a Rimini

Aveva fatto affari anche a Rimini la banda incastrata oggi dalla Squadra Mobile di Milano, che ha dato esecuzione ad una ordinanza applicativa di misure cautelari emessa dal giudice per le indagini preliminari al Tribunale di Como. Otto indagati, sette di nazionalità albanese, uno italiano; quattro erano già detenuti per altra causa.

Trovati ingenti quantitativi di eroina e cocaina (per lo più proveniente dai Paesi Bassi), marijuana, ma anche un vero arsenale: un revolver con matricola abrasa, due pistole mitragliatrici, una pistola semiautomatica. La banda aveva agisto nelle province di Como, Monza Brianza, Milano, Varese e Rimini dal dicembre 2017 al febbraio 2018. Sono state accertate innumerevoli cessioni di sostanza stupefacente da parte degli indagati, molti di loro legati da vincoli di parentela facendo quasi tutti parte delle famiglie criminali albanesi “Proskha” e “Ajazi”

Avevano a loro disposizione numerose autovetture dotate di doppiofondo utilizzate per trafficare la droga, nonché box ed appartamenti in cui nasconderla insieme alle armi ed il denaro

La forza del gruppo criminale, oltre che agli stretti legami di parentela, era nel vigile e costante controllo delle proprie attività illecite, oltre che i contatti diretti con fornitori olandesi, riuscendo così ad importare ingenti quantitativi di sostanze a prezzi relativamente vantaggiosi.

(nell’immagine, la droga sequestrata dalla Polizia di Milano)

Scroll Up