Home > Primo piano > Preso mentre spaccia a Bellaria, in casa mezz’etto di cocaina e addio reddito di cittadinanza

Preso mentre spaccia a Bellaria, in casa mezz’etto di cocaina e addio reddito di cittadinanza

Nella tarda serata di ieri, i militari della Stazione di Bellaria Igea Marina hanno tratto in arresto in flagranza un 38enne italiano, disoccupato,con l’accusa di spaccio di sostanze stupefacenti.

I militari avevano osservato, a distanza, la cessione di una dose di cocaina tra due individui. Subito bloccati e controllati, l’acquirente è stato identificato e segnalato alla Prefettura in quanto assuntore.

L’altro fermato è stato perquisito, quindi si è passati a ispezionare il suo domicilio. Qui i Carabinieri hanno trovato  circa 50 grammi di cocaina, nonché un bilancino di precisione, materiale da confezionamento e circa 5 mila euro in contanti, ritenuti provento verosimile dell’attività di spaccio. Il tutto è stato sottoposto a sequestro.

L’uomo dopo l’arresto è stato trattenuto in camera di sicurezza a Rimini in attesa del giudizio direttissimo che si è svolto questa mattina. Difeso dall’avvocato Giuliano Renzi, il 38enne è comparso in tribunale a Rimini. In attesa del processo, fissato il prossimo 24 ottobre, il giudice lo ha messo gli arresti domiciliari e gli ha revocato il reddito di cittadinanza. Il 38enne, infatti in quanto disoccupato era beneficiario del sostegno statale.

Sempre lui fu ospite di Maria De Filippi nel programma “C’è posta per te” di Canale 5 dove raccontò di essere stato “salvato” da Diego Armando Maradona, che potè ringraziare di persona: il Pibe de Oro aveva infatti giocato nel periferico campo di Acerra in una partita di beneficenza, immagini che avevano fatto il giro del mondo. Era stata organizzata per raccogliere i soldi necessari – 70 milioni di lire – a una delicata operazione in Svizzera su di un bambino nato con una grave malformazione al palato. Quel bambino che oggi, 38 anni dopo, si è messo nei guai a Bellaria.

Ultimi Articoli

Scroll Up