Home > LA LETTERA > Primarie Pd. Sadegholvaad e Petitti si dovrebbero dimettere dai loro incarichi

Primarie Pd. Sadegholvaad e Petitti si dovrebbero dimettere dai loro incarichi

Ho letto sulla cronaca politica di questi giorni che il Partito Democratico e il centrosinistra decideranno il candidato a sindaco per le prossime elezioni amministrative del 2021 per il comune di Rimini con le primarie. Un metodo di selezione usuale da tempo nel PD. Io, da elettrice del centrosinistra ho partecipato a numerose primarie per decidere candidature nazionali o locali. L’ultima locale, ricordo la sfida tra Gnassi, Tiziano Arlotti e Nando Fabbri per la candidatura a sindaco di Rimini nel 2011.

Nulla di nuovo dunque. La novità, se vogliamo così definirla e la caratteristica dei contendenti. Sadegholvaad è un assessore (lavori pubblici) della giunta Gnassi mentre Petitti è Presidente dell’ Assemblea legislativa regionale. Due incarichi  istituzionali di rilievo. Se vogliono fare le primarie si dovrebbero dimettere entrambi dai loro incarichi per non coinvolgere le istituzioni in una contesa politica. Entrambi potrebbero avere vantaggi dagli attuali ruoli che ricoprono. Entrambi potrebbero utilizzare le strutture istituzionali (uffici stampa ed altri addetti di supporto) per la campagna per le primarie. Le loro dimissioni dagli incarichi ricoperti sarebbe un segnale di corretta politica.

Domenica Giannini – Rimini

Scroll Up