Home > Ultima ora welfare > Protocollo FIPE-Confcommercio e Polizia contro violenze di genere

Protocollo FIPE-Confcommercio e Polizia contro violenze di genere

Promuovere iniziative di formazione, informazione e sensibilizzazione a livello territoriale, idonee a diffondere la conoscenza e l’approfondimento delle tematiche legate alla violenza di genere e agli strumenti di tutela delle vittime. Sono queste le finalità del Protocollo d’Intesa firmato questa mattina (28 aprile) tra la Direzione Centrale Anticrimine della Polizia di Stato, la Federazione Italiana Pubblici Esercizi FIPE-Confcommercio e il Gruppo Donne Imprenditrici di Fipe-Confcommercio, rappresentate rispettivamente, dal prefetto Francesco Messina, dal presidente Lino Enrico Stoppani e dalla presidentessa Valentina Picca Bianchi.

L’intesa è nata dalla comune esigenza di incrementare i livelli di sicurezza delle donne, individuando modalità nuove ed efficaci per diffondere la cultura di genere, raggiungendo in maniera sempre più capillare le donne non solo nella sfera privata, ma anche nel luogo dell’attività lavorativa e nei luoghi pubblici. La campagna si chiamerà #SicurezzaVera.

Sono orgogliosa di essere la referente di questo importante progetto del Gruppo Donne Imprenditrici di FIPE insieme alla collega di Catania – spiega Alessandra Della Torre, consigliera di FIPE della provincia di Rimini e del Gruppo Donne Imprenditrici Fipe -. Un progetto a cui lavoriamo da tempo e in cui crediamo fermamente, che con queste firme fa un passo fondamentale verso l’attuazione concreta. Già da oggi mi metterò al lavoro per far sì che l’avvio di questo progetto veda la luce proprio a Rimini”.

Tutto il direttivo di FIPE della provincia di Rimini è pronto a supportare questo importante progetto sul territorio. Saranno sviluppate incisive modalità di diffusione della cultura di genere, promuovendola anche all’interno dei pubblici esercizi – dice il presidente di FIPE della provincia di Rimini e consigliere nazionale, Gaetano Callà -, con lo scopo di contribuire a incrementare i livelli di sicurezza delle persone e degli stessi esercizi, nel quadro di aggiornate strategie di prevenzione. Non faremo mancare le informazioni non appena le iniziative pilota saranno organizzate”.

Ultimi Articoli

Scroll Up