Home > Eventi Cultura e Spettacoli > Quadrophenia, il rombo del rock con l’esordio di Sting

Quadrophenia, il rombo del rock con l’esordio di Sting

Questa sera, alle ore 21:00 presso la Cineteca di Rimini, verrà proiettato Quadrophenia (115’) di Franc Roddam, all’interno della rassegna MOVIE RIDER: le due ruote sul grande schermo”, nell’ambito dell’edizione 2017 di Rimini Motor Soul.

Il film, girato in Gran Bretagna nell’ormai lontano 1979, racconta le vicende del ventenne Jimmy (Phil Daniels), un londinese di modesta famiglia che lavora come fattorino in un’agenzia pubblicitaria. A Jimmy, però, il suo lavoro non piace; e non gli piace neppure come lo trattano a casa, i suoi genitori: non è come lo dipingono loro, non è semplicemente uno scavezzacollo che non riesce a mettere la testa a posto.

Incompreso in famiglia e costretto ad un lavoro che non gli piace, Jimmy cerca allora di sopperire al suo malessere frequentando i suoi amici Dave, Chalky e Spider: le uniche cose che gli piacciono davvero, e che mai lo tradiscono, sono il rock, l’alcol, le anfetamine, e le scorribande con la sua banda di “mods”, in perenne lotta con i violenti rivali “rockers”.

Giovani ben vestiti che guidano scooter italiani come Lambretta e Vespa (maniacalmente personalizzate) i primi, ragazzotti che indossano aggressivi giubbotti di pelle in sella a grosse motociclette i secondi.

Quadrophenia è un vero e proprio film cult della cultura rock, ambientato nell’Inghilterra dei primissimi anni Sessanta con un giovanissimo Sting (nei panni di Ace) alla sua prima apparizione cinematografica, e ispirata alle canzoni del concept album omonimo dei The Who uscito nel 1973, che ne sono anche i produttori esecutivi.

Come scrive il critico e saggista cinematografico Alberto Morsiani:
“Oltre alla riproposizione della rabbia giovanile inglese degli anni ’60, con il realismo tipico del Free Cinema di quel decennio, e dei feticci culturali di cui si era nutrita, il film mette in scena anche un ampio ventaglio di luoghi e locali che sono entrati, da allora, nell’immaginario di tanti, bikers e no”.

La proiezione sarà ad ingresso libero.

Edoardo Bassetti

Ultimi Articoli

Scroll Up