Home > Scuola > Quasi 50 supermaturi in provincia di Rimini, oltre metà dei neo iscritti va al liceo

Quasi 50 supermaturi in provincia di Rimini, oltre metà dei neo iscritti va al liceo

Sono stati 49 gli studenti riminesi che hanno ottenuto 100 e lode all’esame di maturità che ha concluso l’anno scolastico 2017-18. E’ il dato che emerge dal consuntivo dell’Ufficio Scolastico Regionale, dove si osserva anche che la percentuale maggiore di supermaturi si registri nei licei: a livello regionale, il voto massimo è stata guadagnato dal 2% dei liceali, dall’1,1% degli iscritti agli istituti tecnici e solo dallo 0,2% di quelli delle scuole professionali.

Nel complesso, la media regionale di 100 e lode si è attestata quest’anno all’1,3%, pari a 403 diplomati a pieni voti, percentuale identica alla media nazionale. L’anno scorso erano stati 376,  nel 2015 si era toccato l’1,6%.

Rimini si piazza piuttosto bene nella graduatoria regionale di quelli che hanno superato la prova: ce l’ha fatta il 99,8%, appena sopra la media regionale del 98,7%; insieme a Ravenna, si tratta della miglior percentuale dopo quella di Ferrara, dove i promossi sono stati il 99,9%.

Questo per chi ha terminato le scuole superiori. Sono invece 2.751 in provincia di Rimini i neo-iscritti che stanno sta per iniziarle:1.429  ai Licei (51.9%); agli Istituti tecnici, 883 (32.09%); ai percorsi solo quinquennali, 306; ai percorsi quinquennali con percorsi Istruzione e Formazione Professionale in sussidiarietà, 133 (11.12%); alle Professionali, 439 (15.95%).

Per farsi un’idea, a livello regionale le scelte sono state queste, dove si nota una minore incidenza degli studi classici:

Nel dettaglio, nella provincia di Rimini in 200 si sono iscritti al Liceo Artistico, in 96 al Classico, 244 al Linguistico, 679 allo Scientifico, 210 a Scienze Umane.

Per quanto riguarda l’istruzione Tecnica del settore economico, hanno scelto Amministrazione, Finanza e Marketing in 335, Turismo in 152. Nel settore tecnologico, gli iscritti all’indirizzo di Chimica, materiali e biotecnologie sono 80; quelli di Costruzioni, ambiente e territorio, 48; a Elettronica ed elettrotecnica, 49; Informatica e telecomunicazioni, 140; Meccanica, meccatronica e energia, 79; per un totale di 396.

Per le Professionali, si sono iscritti a Enogastronomia e ospitalità alberghiera in 205, a Manutenzione e assistenza tecnica in 61, a Servizi commerciali in 18, ad Arti ausiliarie delle professioni sanitarie (odontotecnico) in 14, ad Agricoltura, sviluppo rurale, valorizzazione dei prodotti del territorio e gestione delle risorse forestali e montane in 7 e uno solo a Industria e artigianato per il made in italy.

Scroll Up