Home > Ultima ora politica > Questura. Il sindaco Gnassi scrive a Salvini e Gabrielli

Questura. Il sindaco Gnassi scrive a Salvini e Gabrielli

Il sindaco di Rimini, Andrea Gnassi scrive al ministro degli Interni Matteo Salvini ed al capo della Polizia Franco Gabrielli, sulla vicenda della questura. Dopo lo strappo con i sottosegretari in visita a Rimini e dopo le ripetute polemiche sulle modalità di spostamento della questura, il sindaco di Rimini si rivolge direttamente ai vertici del Ministero degli Interni.

Nella lettera Gnassi ripercorre tutta la storia della questura di via Ugo Bassi e la soluzione che si era raggiunta con la firma del Patto per la Sicurezza del dicembre 2017. Quel Patto prevedeva lo spostamento, in via provvisoria, negli spazi di piazzale Bornaccini e la contemporanea i procedura per rendere fruibile l’edificio della nuova questura.

Nel accordo sottoscritto con il Ministro Minniti si prevedeva che oltre agli spazi per la questura nella struttura di via Ugo Bassi potessero trovare posto spazi per la Guardia di Finanza. L’operazione, già iniziata e bloccata dal Governo, doveva essere portata avanti da Inail, che si sarebbe fatta carico dell’acquisto dal curatore fallimentare e dell’intervento di ristrutturazione per poi affittare a Ministero degli Interni e Finanze. Il Sindaco chiede che venga rispettato quanto stabilito nel Patto e non si trovino altre soluzioni inadeguate per la questura e per la città. Il riferimento è all’ipotesi di un affitto di 18 anni per gli spazi di piazzale Bornaccini. Un tempo così lungo annullerebbe ogni soluzione di ripristino della struttura in decadenza di via Ugo Bassi

Scroll Up