Home > Ultima ora cronaca > Referdum sull’aborto a San Marino, manifesti imbrattati e strappati

Referdum sull’aborto a San Marino, manifesti imbrattati e strappati

Il prossimo 26 settembre a San Marino si voterà per la depenalizzazione dell’aborto, che sul Titano è ancora un reato ai sensi del codice penale. Con l’inizio della campagna referendaria sono stati avviati appuntamenti elettorali con comizi e manifesti. Negli scorsi giorni alcune scritte oltraggiose sono apparsi su quelli del comitato promotore del referendum e favorevole alla legalizzazione dell’interruzione di gravidanza. Allo stesso modo i manifesti del comitato contrario sono stati strappati.

“Condanniamo fermamente gli atti di vandalismo sui manifesti di tutti i promotori, partiti ed associazioni partecipanti a questa campagna referendaria. Condanniamo la rimozione totale o parziale dei manifesti del NO e anche le scritte ingiuriose sui manifesti del SI che ieri ci hanno costretto a nuove affissioni.

Ci auguriamo che il dialogo democratico possa proseguire nel rispetto reciproco, nell’osservanza della legge e nella tutela di ogni opinione”.

Ultimi Articoli

Scroll Up