Home > Ultima ora Attualità > Regione: 4 milioni di euro in tre anni per i giovani. Le iniziative legate alla YoungERcard

Regione: 4 milioni di euro in tre anni per i giovani. Le iniziative legate alla YoungERcard

Largo ai giovani, a progetti che li vedano protagonisti, a spazi e iniziative per avvicinarli al mondo del lavoro e alla cittadinanza attiva e responsabile. “La Regione è youngER”, come recita il claim della nuova campagna di comunicazione per promuovere e far conoscere ai ragazzi le tante opportunità in Emilia-Romagna. Un bando triennale, gli “YoungER Community Days” a Ravenna, il tour di cinque ragazzi in camper, con oltre 35 tappe in Emilia-Romagna e una nuova webapp: sono numerose le iniziative messe in campo dalla Regione con questo obiettivo e legate anche alla YougERcard, la tessera regionale gratuita per giovani che qui studiano, vivono o lavorano e che ha già superato le 60 mila sottoscrizioni.

La Regione, attraverso un bando triennale (2019-2021)ha assegnato 4 milioni di euro (di cui 1,2 milioni destinati a investimenti)a servizi e iniziative promosse dagli enti locali, che vedono i giovani protagonisti. La suddivisione dei finanziamenti per provincia nella tabella allegata.

Novità di quest’anno è la creazione di un filone di finanziamento dedicato esclusivamente al sostegnodi attività innovative nel campo della multimedialità e dei nuovi linguaggi comunicativi e, in particolare, alla promozione delle web radio giovanili in Emilia-Romagna. Inoltre, il contributo regionale ha reso possibili 25 nuove aperture e un centinaio di interventi di ristrutturazione e adeguamento degli spazi, oltre all’acquisto di nuove attrezzature tecnologiche e nuovi arredi per i locali che ospitano coworking, sale prova, fablab, incubatori d’idee innovative, redazioni di webradio, skatepark, laboratori multimediali.

Quello che presentiamo oggi – ha detto l’assessore alla Cultura e Politiche giovanili, Massimo Mezzetti, alla presentazione in Regione – è la rappresentazione del percorso svolto dalla Regione in questi anni in ambito delle politiche dedicate ai giovani, con progetti realizzati in stretto raccordo con i territori. Da interventi di prevenzione e di disagio si è passati a progetti di protagonismo giovanile, a investimenti sugli spazi di aggregazione e sulla comunicazione, con la nascita del portale Giovazoom, alla mappatura degli spazi dedicati ai giovani, con un sito e la nuova app. Si è creata una comunità regionale di giovani under 29, attorno alla YoungERcard che conta più di 60mila iscritti. Un ulteriore investimento è stato realizzato sulla comunicazione, in particolare sulle radio web, sostenendo l’esperienza del Radio Sonora Festival, a Bagnacavallo. Una forte innovazione che, da un ruolo marginale, ha ricollocato le politiche dedicate ai giovani in un ruolo centrale, a partire dal Patto per i giovani, siglato tra Regione, sindacati, forze sociali, che prevede un investimento di 60 milioni di euro per il buon lavoro e la formazione. Il viaggio del Camper, partito da Piacenza, raccoglie le esperienze giovanili e le restituirà in un documentario, a testimonianza del lavoro realizzato e della energia positiva di questa comunità giovanile. A concludere il viaggio del camper saranno gli YoungER community days a Ravenna, primo festival dei giovani under 30, con la partecipazione del presidente Bonaccini”.

l bando triennale, realizzato per la prima volta, è in grado di offrire maggiore stabilità alle politiche locali e consente di realizzare azioni strutturali e di lungo respiro. E’ un passaggio significativo che si aggiunge al considerevole incremento delle risorse, triplicate da inizio legislatura.

Il bando: spazi, radio web e reti di giovani artisti

Per quanto riguarda il finanziamento complessivo di circa 2 milioni e 815 mila euro di spesa corrente, verranno erogati 840 mila euro nel 2019, 990 mila nel 2020 e circa 985 mila euro nel 2021. Queste risorse sono destinate a progetti legati ai centri di aggregazione giovanile, al finanziamento dei servizi di informazione, comunicazione e orientamento al lavoro, alla promozione della creatività e protagonismo giovanile, in particolar modo collegate alla YoungERcard. Lo scopo del contributo regionale è di rafforzare gli Informagiovani e gli altri spazi che offrono servizi ai giovani, garantirne una presenza omogenea nel territorio regionale, contribuire ad azioni per favorire l’ingresso nel mondo del lavoro (attività di consulenza, orientamento, valorizzazione delle capacità professionali, assistenza nell’avvio di impresa).
Mentre nel campo della multimedialità e dei nuovi linguaggi, i finanziamenti vanno in particolare alle reti di web radio, attraverso l’organizzazione di festival, iniziative e rassegne che vedano il coinvolgimento diretto dei giovani, tenendo conto che le web radio offrono ai ragazzi anche numerose opportunità formative e permettono – con la realizzazione di format, inchieste, trasmissioni e approfondimenti – di acquisire competenze utili per il mercato del lavoro.  Tra i progetti anche quelli a favore della creatività e lo sviluppo di reti di giovani artisti.

Gli spazi: un centinaio di interventi, 25 nuove strutture

Con il contributo di 1,2 milioni di euro per progetti di investimento per lo sviluppo e la qualificazione di spazi che prevede l’acquisto di dotazioni tecnologiche, piccoli interventi di manutenzione straordinaria, adeguamenti normativi, il miglioramento delle strutture sul piano della funzionalità logistica e organizzativa, l’apertura o la ristrutturazione dei locali, sono stati  finanziati interventi che interesseranno complessivamente un centinaio di spazi (Informagiovani, sale prova, coworking, fablab e centri di aggregazione polifunzionali). Grazie al contributo regionale sono previste 25 nuove aperture di spazi rivolti ai giovani.

Il Camper: viaggio attraverso l’Emilia-Romagna per raccontare la comunità della YoungERcard

Cinque ragazzi under 35 sono partiti da Piacenza il 26 settembre scorso a bordo di un camper allestito come una piccola sala di registrazione e montaggio audio/video, per incontrare e dare voce alle tante esperienze di protagonismo giovanile legate alla youngERcard e, più in generale, per raccontare il panorama dei giovani e del volontariato in Emilia-Romagna.

Inclusione sociale e culturale, cura delle fragilità e delle dipendenze, legalità, educazione ambientale, nuove competenze digitali e nuovi linguaggi, promozione dello sport e della cultura sono alcune delle parole chiave che caratterizzeranno le tappe alla scoperta della comunità youngER che da Piacenza a Rimini (35 tappe complessive) si impegna per il proprio territorio.

Dopo le soste di Piacenza, Parma, Reggio Emilia, Modena il camper si fermerà l’11 ottobre nell’Unione Terre d’Acqua per la nuova edizione del Giù di Festival, un progetto sostenuto dalla Regione Emilia-Romagna che coinvolge gli Istituti secondari di primo e secondo grado, i centri di formazione, gruppi di giovani, Enti pubblici, associazioni e numerose aziende del territorio. Durante questa iniziativa ragazze e ragazzi dell’Unione avranno modo di conoscere le aziende del territorio e, anche attraverso modalità innovative, ottenere le informazioni necessarie per orientarsi nel mondo del lavoro, della formazione e della mobilità europea.

Tappa assolutamente da non perdere, lungo la strada verso la riviera romagnola, sarà il Radio Sonora Festival, il festival delle webradio di giovani dell’Emilia-Romagna. L’appuntamento si terrà a Bagnacavallo (RA) il 12 ottobre. L’attenzione sarà poi rivolta alla provincia di Forlì-Cesena. Qui, dal 13 al 16 ottobre, il camper si fermerà ad incontrare giovani impegnati in una varietà di iniziative e progetti: da attività di cura nei confronti degli anziani alla promozione dello sport, dalla tutela del territorio alla valorizzazione all’arte contemporanea. Durante la sosta forlivese non poteva poi assolutamente mancare l’incontro con i giovani attivi nella Fanzinoteca, l’unica presente in Italia.

Le giornate romagnole si concluderanno il 17 ottobre in provincia di Rimini, per conoscere i giovani protagonisti delle città tra Verucchio e Coriano, e poi il Camper raggiungerà la destinazione finale di Ravenna, dove sosterà per i giorni 18 e 19 Ottobre, incontrando durante gli “YoungER Community Days” i volontari e le volontarie della città e i giovani che arriveranno dal resto della regione.

Tutti gli incontri del viaggio sono documentati attraverso i canali social del portale regionale Giovazoom e al termine di questo tour i cinque giovani racconteranno l’esperienza tramite un documentario.

YoungER Community Days – Il festival della Regione Emilia-Romagna dedicato a giovani under 30. Incontro il 18 ottobre col presidente Bonaccini e l’assessore Mezzetti

A Ravenna, i prossimi 18 e 19 ottobre, alle Artificerie Almagià e negli spazi del Darsena PopUp, la parola passa ai giovani under 30 dell’Emilia-Romagna. Il festival, organizzato dall’assessorato alla Cultura e alle Politiche giovanili della Regione, in collaborazione con i Comuni di Ravenna, Modena, Reggio Emilia, Bologna e Piacenza, vedrà ragazze e ragazzi di tutta la regione portare il proprio punto di vista sul progetto YoungERcard, dialogando con funzionari e amministratori regionali. I ragazzi avranno la possibilità di intervistare il presidente della Regione Stefano Bonaccini e l’assessore regionale alla Cultura, Massimo Mezzetti in tema di politiche regionali ed interventi a favore delle giovani generazioni.

Il programma

L’avvio del Festival 18 ottobre alle ore 10,30 prevede con un incontro seminariale sullo scambio di buone pratiche legate alla progettazione di azioni e interventi specifici rivolti ai giovani. I lavori proseguiranno durante tutto l’arco della mattinata con l’intervento dei rappresentanti dei Comuni e dei ragazzi che racconteranno le esperienze realizzate in tutto il territorio regionale.

Nel pomeriggio dalle ore 14, presso Darsena PopUp, si svolgeranno attività di carattere aggregativo e sportivo con tornei di beach volley e tennis, dimostrazioni di skate e parkour, basket e un contest di rap.

Dalle ore 18,00 sempre al PopUp si svolgerà un incontro con il presidente della Regione Emilia-Romagna Stefano Bonaccini, il sindaco di Ravenna, Michele de Pascale e con la partecipazione degli assessori alle Politiche giovanili della Provincia di Ravenna. Sarà un momento di confronto in cui i giovani porranno domande e si confronteranno direttamente con le istituzioni.  Nell’occasione le ragazze e i ragazzi di Radio Immaginaria, la webradio degli adolescenti emiliano-romagnoli, racconteranno il viaggio che hanno svolto da Bologna a Stoccolma per indagare le origini della rivoluzione verde messa in moto da Greta Thunberg e per raccontare i luoghi dove è iniziata la protesta che ha cambiato il ruolo degli adolescenti nei confronti di ambiente e futuro. Prenderanno la parola anche i cinque ragazzi che hanno attraversato l’Emilia-Romagna per incontrare i tanti giovani che qui svolgono esperienze di volontariato e attività di protagonismo giovanile legate alla youngERcard.

L’incontro sarà coordinato da Radio Sonora, webradio dell’Unione della Bassa Romagna, e vedrà la partecipazione anche dei giovani di altre webradio presenti in Emilia-Romagna.

Alle ore 20,30 presso Artificerie Almagià si terrà la premiazione dei ragazzi che hanno partecipato al progetto “Lavori in Comune 2019” con la presenza del Sindaco di Ravenna, Michele De Pascale e dell’assessore al Volontariato, Gianandrea Baroncini. Sono previste esibizioni delle band giovanili che hanno partecipato al progetto.

La seconda giornata sarà invece caratterizzata da un incontro seminariale dedicato principalmente alla comunità degli adulti che operano a contatto con adolescenti e giovani del territorio. Sono previsti alcuni interventi a cura di Fondazione Minotauro di Milano, del dott. Matteo Lancini e della dott.ssa Loredana Cirillo, e dell’Agenzia Nazionale Giovani.

Dalle ore 14,00 la sessione pomeridiana dei lavori proseguirà con cinque tavoli di confronto tematico condotti da referenti ed esperti attorno alle parole chiave: lavoro, sport e salute, sociale e volontariato, ambiente e cittadinanza e partecipazione, a cui seguirà una restituzione in plenaria di quanto emerso dai singoli tavoli e la fine dei lavori.

Il programma on line su www.giovazoom.it

“La Regione è youngER”. Campagna di comunicazione e il lancio di una webapp

“La Regione è youngER”. E’ questo il claim della nuova campagna regionale realizzata dall’Assessorato alle Politiche Giovanili della Regione, in collaborazione con il Comune di Reggio Emilia, per promuovere e far conoscere alle ragazze e ai ragazzi la youngERcard, i progetti di protagonismo giovanile e le tante opportunità presenti per loro in Emilia-Romagna. Una campagna di comunicazione che definisce il territorio regionale a partire da quegli spazi fisici che, quotidianamente, ragazze e ragazzi con passioni, interessi, storie e ambizioni differenti, hanno saputo trasformare e animare con sempre nuove attività e nuovi servizi.

All’inizio della prossima settimana sarà online anche il nuovo sito di youngERcard all’interno del portale regionale Giovazoom. La piattaforma è stata completamente rinnovata per consentire a ragazze e ragazzi di poter fruire in modo più agevole delle informazioni contenute. Sono stati implementati e migliorati i servizi di ricerca delle progettualità, delle convenzioni e degli oltre 200 punti di distribuzione della card presenti sul territorio regionale. Anche la youngERmap, che raccoglie oltre 2000 spazi e servizi per i giovani, è in fase di restyling e tornerà visibile il 15 ottobre. La nuova mappatura contiene maggiori informazioni sulle dotazioni (numero sale, postazioni internet, attrezzature sale prove…) e i servizi degli spazi (locali adatti per lo svolgimento di eventi live o concessi per lavoro condiviso, fabbricazione digitale e altro) e, a breve, una piattaforma online consentirà, a tutti coloro che si registreranno nel portale, di modificare e integrare queste informazioni in modo autonomo o di inserire dei nuovi spazi all’interno della mappa. Infine, il prossimo 18 ottobre, a Ravenna, verrà presentata la webapp youngERcard. Ragazze e ragazzi potranno, attraverso questo strumento, personalizzare la propria esperienza con la card regionale, avere la tessera digitalizzata sempre con loro e, sulla base delle loro preferenze, ricevere aggiornamenti mirati su agevolazioni, sconti, eventi convenzionati.

Scroll Up