Home > Ultima ora Attualità > Regione: il saluto di Emma Petitti agli insegnanti, studenti e genitori per la fine dell’anno scolastico

Regione: il saluto di Emma Petitti agli insegnanti, studenti e genitori per la fine dell’anno scolastico

La presidente dell’Assemblea legislativa della Regione Emilia-Romagna, Emma Petitti, rivolge un saluto a insegnanti, studenti e genitori per la conclusione di quest’anno scolastico contraddistinto dall’adozione di modalità didattiche nuove imposte dall’emergenza sanitaria. Ricordando l’importanza della scuola come “pilastro della nostra società”, la presidente augura buone vacanze e un “in bocca al lupo!” per la ripresa a settembre.

L’anno scolastico che sta per terminare è stato un anno particolare – sottolinea la presidente del Parlamento regionale – caratterizzato da uno strano tempo sospeso in cui il coronavirus ci ha costretto a stare a distanza, imponendo a insegnanti e studenti di approcciarsi a una didattica nuova e inedita. In pochi mesi abbiamo assistito a cambiamenti sociali profondi e inevitabili e tutto questo ci esorta a ricordare che la scuola è un pilastro fondamentale della società per i valori che rappresenta: la formazione, la relazione sociale, l’inclusione, la crescita di bambini e ragazzi anche come cittadini“.

In questo particolare momento storico – evidenzia Emma Petitti – non è solo l’emergenza sanitaria a metterci di fronte a una consapevolezza nuova e a farci riflettere sul ruolo fondamentale della scuola. Ciò che sta accadendo negli Stati Uniti, mi fa tornare in mente una frase di Nelson Mandela, simbolo della lotta contro l’Apartheid: ‘L’educazione è l’arma più potente che si possa usare per cambiare il mondo’. Parole incisive e più che mai attuali. Anche io credo che la scuola possa essere il motore del cambiamento, di un rinnovato senso civico che accompagni i giovani verso una svolta necessaria per far crescere una società aperta, solidale, inclusiva“.

Il prossimo decisivo passo, a settembre – continua la presidente –, sarà quello di tornare a fare lezione, probabilmente con modalità diverse e con i dovuti accorgimenti ma essenziali per riprendere tutte quelle funzioni che la scuola svolge e che la didattica a distanza, pur preziosa nella fase del lock down, non può sostituire completamente. Siamo esseri umani e come tali non possiamo prescindere da relazioni tessute anche e soprattutto con la presenza fisica. So bene che gli ultimi tre mesi hanno imposto una sfida immensa per gli insegnanti e per gli studenti di ogni ordine e grado che si sono trovati a interagire, all’improvviso, attraverso strumenti inconsueti. Per questo voglio ringraziare di cuore tutto il corpo docente, il personale scolastico, i bambini e le bambine, i ragazzi e le ragazze che, sperimentando per la prima volta nuove modalità di insegnamento e apprendimento, con grande senso di responsabilità sono finalmente arrivati al traguardo. Auspicando che si faccia tesoro di questa esperienza, a tutti loro voglio augurare buone vacanze“.

Infine, la presidente dell’Assemblea rivolge un pensiero e un ringraziamento particolare “a tutti quei genitori che in questi mesi, pur continuando a sostenere il lavoro e i carichi domestici, sono stati vicini e hanno assistito i propri figli nella gestione della didattica a distanza. Grazie e in bocca al lupo per il vostro futuro”.

Scroll Up