Home > Ultima ora politica > Regione, Rossi (PD): formazione professionale. Corsi di meccanica e meccatronica in Romagna

Regione, Rossi (PD): formazione professionale. Corsi di meccanica e meccatronica in Romagna

In Assemblea Legislativa l’Assessore al lavoro e formazione professionale Patrizio Bianchi è intervenuto in merito alla rete degli Istituti Tecnici Superiori in Emilia-Romagna. Ha esplicitato la volontà della nostra Regione di rafforzare e implementare l’offerta formativa post diploma della rete politecnica regionale. Questo – richiama la consigliera regionale Nadia Rossi del Partito Democratico – al fine di rispondere al fabbisogno di tecnici specializzati, più volte espresso dal sistema economico e produttivo”.

Questa notizia rientra nell’ambito di un confronto più ampio che ho avuto modo di avviare a livello locale con industriali e imprenditori riminesi e romagnoli. – sottolinea la democratica – Mi hanno più volte espresso, infatti, le difficoltà di reperire personale qualificato e di aggiornare le competenze e professionalità dei loro dipendenti”.

In Emilia, articolato su quattro sedi tra Bologna, Parma, Reggio e Modena è già attivo un corso ITS in meccanica e meccatronica. – prosegue Nadia Rossi – L’annuncio dell’Assessore Bianchi, quindi, apre alla creazione di un indirizzo analogo in Romagna. Qui non manca l’offerta di lavoro, manca invece l’offerta formativa per chi entra nel mercato del lavoro. In Emilia-Romagna, mettendo allo stesso tavolo il mondo economico e sindacale con quello accademico, scolastico e della formazione professionale per monitorare e aggiornare il Patto per il Lavoro, vogliamo proprio promuovere una collaborazione attiva tra questi soggetti al fine di migliorare i dati sull’occupazione e sulla qualità del lavoro”.

Vigilerò – afferma la consigliera – affinché la valutazione delle modalità che aprono a questa valida prospettiva sia rapida così da poter presto garantire in Romagna questa opportunità agli interessati del settore metalmeccanico. Un’esigenza sentita dalle nostre aziende e che va a chiudere il cerchio del sistema formativo aziendale che si fonda su tre pilastri: enti di formazione qualificati, ITI e un’area con infrastrutture e tecnologie avanzate”.

Scroll Up