Home > Ultima ora politica > Renzi: “Quante sono le telecamere attive in stazione?”

Renzi: “Quante sono le telecamere attive in stazione?”

L’omicidio della stazione, avvenuto due settimane fa, è ancora lontano dall’essere risolto. Gli inquirenti nonostante gli sforzi fatti non conoscono ancora il movente e tanto meno è stato identificato l’autore dell’omicidio. Sul delitto è intervenuto il capogruppo di Fratelli d’Italia in consiglio comunale Gioenzo Renzi con due interrogazioni alla Giunta

“A seguito dell’accoltellamento alla gola e uccisione dell’uomo, avvenuto domenica sera 21 Novembre, ho presentato due interrogazioni al Sindaco per avere risposte precise e puntuali, in conseguenza della gravità di quanto,  accaduto scrive Renzi.

Spetta indubbiamente alle Forze dell’Ordine garantire con controlli, sicurezza e legalità sul Piazzale della Stazione, ma l’Amministrazione Comunale deve compiere la propria parte, con politiche determinanti per la qualità del contesto urbano.

Avevo chiesto ripetutamente, dal 2018 con interrogazioni consigliari, che la zona della Stazione e le vie circostanti venissero presidiate, oltre al potenziamento della videosorveglianza sull’intera area per consentire un controllo continuo e più ampio.

Vista l’assenza di risposte e interventi risolutivi dal 2018 ad oggi, da parte dell’Amministrazione Comunale, sono stato costretto ad avvalermi del “diritto di accesso agli atti amministrativi”, per fare trasparenza sulla videosorveglianza e conoscere quali e quante sono le telecamere funzionanti correttamente e se risultassero attive il 21 Novembre 2021, giorno del delitto su Viale Cesare Battisti.

Tale richiesta è conseguenza del fatto che dalla stampa è emerso che “le telecamere sono vecchie e non funzionanti e non sarebbero state di alcun aiuto alle indagini sul delitto”.

Ho proposto, inoltre, solleciti interventi per il rifacimento della pavimentazione del marciapiede lato città di Viale Cesare Battisti, con il potenziamento dell’illuminazione nelle pensiline di fermata degli autobus e nei tratti di Via Tonti e Via Gambalunga, dove molte zone sono completamente al buio.

Per contrastare lo spaccio della droga dalla Stazione al Borgo Marina, l’Amministrazione Comunale deve impiegare la Polizia Locale con le unità cinofile, in collaborazione con le Forze dell’Ordine.

Infine ho posto l’attenzione sulla necessità di garantire adeguata vigilanza, da parte di Forze dell’Ordine e Polizia Locale, al marciapiede tra il Burger King e Villa Paltrinieri, perdurante luogo d’incontro degli irregolari.”

Ultimi Articoli

Scroll Up